Paola Franscini - Direttrice Casa per anziani Paganini Ré, Bellinzona

Introduzione

Image Introduzione

La collaborazione tra il Centro competenze anziani e la Casa per anziani Paganini Ré è nata grazie al progetto di ricerca “Progetti di vita nelle strutture residenziali”, il quale ha avuto importanti ricadute sul lavoro quotidiano della struttura. Cogliendo l’occasione dei festeggiamenti del 90mo anno d’attività, la collaborazione si è ulteriormente sviluppata anche nell’ambito di una prestazione di servizio.

La struttura

La Fondazione - Casa Anziani Paganini Rè inizia la sua opera nel 1921 nell’ex convento dei cappuccini adiacente la chiesa della Madonna delle Grazie a Bellinzona e, a seguito di diversi ammodernamenti, è in grado oggi di accogliere e assistere circa 95 persone anziane.

Il progetto di ricerca-azione

Nel 90mo anno d’attività, l’Istituzione sente la necessità di ampliare la conoscenza rispetto ai futuri bisogni della popolazione anziana sul territorio ticinese e decide così di orientare risorse umane ed economiche alla ricerca. Avendo già apprezzato le competenze dell’équipe del CCA durante una precedente ricerca sulla rilevazione della qualità (che ha coinvolto più istituti), il Consiglio di Fondazione decide di ricontattarlo per implementare una ricerca interna all’Istituto.

Partendo da un’analisi del contesto delle case per anziani del territorio, dai risultati di una precedente ricerca e da un’approfondita analisi interna della struttura, sette collaboratori del Paganini Ré (gruppo interdisciplinare) e tre ricercatrici del CCA hanno elaborato un progetto di nuovo approccio alle cure che mette l’accento sui percorsi diagnostici-terapeutici.

Risultati

I risultati del progetto, denominato“Progetti di vita”, sono vari e sorprendenti:

  • il concetto di benessere entra in Casa Anziani. Il Residente si sente incoraggiato e autorizzato ad essere parte attiva nel processo di assistenza e cura e nel contempo propositivo nei confronti dell’istituzione
  • i collaboratori, in qualsiasi ordine di ruolo, hanno acquisito l’efficacia e la bellezza del lavoro interdisciplinare quale metodo consolidato di agire, seppur sempre in divenire

La prestazione di servizio

Al fine di promuovere il nuovo approccio alle cure, la Casa per anziani Paganini Ré in collaborazione con il Dipartimento sanità SUPSI (dal 1° ottobre 2014 Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale), decide di organizzare una conferenza dal titolo “Progetti di vita nelle strutture residenziali”. La conferenza, seguita da moltissimi professionisti del settore, così come dalle autorità politiche interessate al tema, è stata preceduta da una conferenza stampa che, oltre a sottolineare l’importanza dei risultati del progetto, ha ufficializzato l’apertura del CCA. Dopo la conferenza si è tenuta la giornata di porte aperte, anch’essa frutto della collaborazione Paganini Ré - SUPSI, che ha consentito di festeggiare con la popolazione l’importante anniversario della Casa.

Conclusioni

Le varie competenze dell’équipe del CCA sono emerse vieppiù che la collaborazione s’intensificava. In particolar modo vorremmo sottolinearne alcune, come per esempio: la capacità d’ascolto attivo ed empatico e di osservazione attenta delle persone e delle situazioni, l’abilità d’identificare le migliori risorse e di neutralizzare i limiti dell’istituzione, la facoltà di valorizzare il lavoro in atto, l’autorevolezza nel definire i bisogni della popolazione anziana istituzionalizzata in un contesto di cambiamento quale quello del Paganini Rè, l’abilità di misurare la qualità dei servizi offerti e di quelli in divenire. La partecipazione intensa, entusiasta e motivante nelle varie fasi del progetto di cambiamento costituisce un ulteriore elemento di spinta che ha segnato positivamente sul percorso.

st.wwwsupsi@supsi.ch