Stage, moduli complementari, anno di pratica assistita e corso propedeutico
Gli studenti che non rispondono ai requisiti d'ammissione previsti dai singoli corsi di laurea devono di regola seguire un anno introduttivo (corso propedeutico, anno di pratica assistita, stage, moduli complementari). Di seguito la modalità prevista per ogni singola facoltà:

Architettura d'interni, comunicazione visiva e conservazione
possibilità di seguire un corso di durata annuale per accedere agli esami di ammissione SUPSI negli indirizzi artistici. Le materie d’insegnamento sono: disegno d’osservazione, disegno professionale, fotografia, grafica e tipografia, informatica, storia dell’arte, teoria del colore, teoria della forma, laboratorio pratico.

Architettura e Ingegneria civile
possibilità di seguire un percorso didattico che abbina teoria e pratica professionale, garantendo l'accesso diretto alla formazione triennale bachelor e all'esame attitudinale che porta al corso di laurea in architettura d'interni. La formazione è suddivisa in due momenti distinti: un corso introduttivo teorico gestito dalla SUPSI, caratterizzato da attività didattiche  finalizzate alla professione, seguito da un periodo di pratica professionale condotto direttamente all'interno di uno studio di architettura o di ingegneria civile.

Economia aziendale
Viene richiesto un anno di pratica professionale pregressa in ambito economico-gestionale.

Ergoterapia, fisioterapia, cure infermieristiche
possibilità di seguire un anno introduttivo tramite i moduli complementari. Essi si indirizzano agli studenti non in possesso della maturità professionale di indirizzo sociosanitario o della maturità specializzata, indipendentemente dal curricolo professionale scelto (fisioterapia, ergoterapia, infermieristica), che hanno superato gli esami di graduatoria SUPSI. 
Il Dipartimento Economia aziendale, sanità e sociale riconosce come equivalente ai moduli complementari la formazione OSS, svolta in Italia, secondo le direttive nazionali. 
I moduli complementari consentono a chi li frequenta di acquisire le conoscenze e le capacità specifiche proprie all’ambito professionale sanitario, integrarsi attivamente nei curricoli formativi specifici con i colleghi detentori della maturità professionale di indirizzo sociosanitario, percepire in modo più concreto e reale le principali caratteristiche delle professioni sanitarie e le implicazioni legate alle attività di cura e di riabilitazione, 
entrando in contatto diretto con gli utenti delle strutture sanitarie.

Lavoro sociale

Lo studente che supera l'esame di graduatoria inizia la formazione Bachelor in Lavoro sociale unicamente nell'anno di svolgimento di detti esami. Essendo il Bachelor composto da una pratica professionale (stage pre-formativo con precise disposizioni a seconda della modalità di studio) e 3-5 anni di formazione teorico-pratica, i candidati già in possesso della pratica professionale richiesta possono inoltrare domanda di equipollenza per accedere direttamente alla formazione teorico-pratica. Per gli altri candidati, l'inizio della formazione teorico-pratica avverrà l'anno successivo, al completamento della pratica professionale richiesta in ambito socio-educativo, ossia:

  • TP: 9 mesi al 100%, dei quali almeno 6 consecutivi
  • PAP: 12 mesi al 100%
  • PT: 3 mesi al 100% (o equivalente)

 

Ingegneria informatica, Ingegneria gestionale, Ingegneria elettronica, Ingegneria meccanica
possibilità di seguire un percorso didattico che abbina teoria e pratica professionale, garantendo l'accesso diretto alla formazione triennale bachelor. La formazione è suddivisa in due momenti distinti: un corso introduttivo teorico, caratterizzato da attività didattiche finalizzate alla professione, seguito da un periodo di pratica professionale.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch