Scelto il progetto vincitore del concorso internazionale d’architettura per il Campus universitario SUPSI a Mendrisio
01 febbraio 2013
Manno
Il progetto Ascensus, elaborato dal Team interdisciplinare di progetto BASSICARELLA, guidato dall’architetto Andrea Bassi, è stato scelto quale vincitore del concorso internazionale d'architettura promosso dal Comune di Mendrisio e dalla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) per la realizzazione del nuovo campus universitario a Mendrisio.
Image

Il nuovo Campus verrà realizzato in prossimità della stazione FFS di Mendrisio, nell’area attualmente occupata dai vecchi edifici della riri e destinata ad accogliere le attività del Dipartimento ambiente costruzioni e design (DACD) della SUPSI, oggi ubicato nella sede di Lugano-Canobbio.

Il progetto Ascensus sviluppato dallo studio d'architettura Bassicarella Architectes SA (Ginevra) in collaborazione con lo studio d’ingegneria civile Spataro Petoud Partner SA (Viganello), e con gli studi specialistici Dumont-Schneider SA (Plan-les-Ouates) e CSD Ingegneri SA (Carouge), è stato scelto, fra i 22 progetti consegnati al termine della fase conclusiva del concorso, dalla Giuria riunitasi a Mendrisio nei giorni 29, 30 e 31 gennaio 2013. Il progetto del Team coordinato dall’architetto Andrea Bassi, attualmente professore al Politecnico Federale di Losanna e già studente negli anni '80 alla Scuola Tecnica Superiore di Trevano, ha saputo convincere la giuria presieduta dall’On. Carlo Croci, sindaco di Mendrisio, e composta da Franco Gervasoni, direttore SUPSI; Luca Colombo, direttore del Dipartimento ambiente costruzioni e design (DACD) della SUPSI; Michele Raggi, direttore dell’Ufficio Tecnico comunale di Mendrisio; Valentin Bearth, architetto e professore all’Accademia di architettura di Mendrisio; Giovanni Ferrini, architetto; Mitka Fontana, architetto; Catherine Glaeser-Tibiletti, architetto; Nathalie Rossetti, architetto; e dai membri supplenti Nadia Bregoli, capo staff dei Servizi centrali della Direzione SUPSI, e Aris Mozzini, responsabile dell’area universitaria della DCSU del Cantone Ticino.

Il progetto vincitore è stato scelto per la sua precisa volontà di appartenenza alla regione e alla struttura territoriale. La giuria ha infatti apprezzato in modo particolare l’approccio semplice d’inserimento del nuovo e voluminoso corpo nel tessuto urbano presente: una chiara presenza lungo l’asse della ferrovia e una volumetria decrescente verso il quartiere antistante. Ascensus convince così per la sua chiara e semplice risposta urbanistica.
Interessanti e corrette sono state giudicate anche le soluzioni tecniche di impiantistica. Ascensus risulta essere un progetto sostenibilmente corretto che offre i presupposti per raggiungere standard energetici elevati. Questo in sintonia con le visioni di sviluppo della SUPSI e della Città di Mendrisio.

Il progetto rientra nella strategia logistica della SUPSI e riveste una particolare importanza per tutta la regione di Mendrisio, permettendo di creare un vero e proprio polo universitario per l’architettura, le costruzioni e il design, e di sviluppare ulteriormente le sinergie fra l’Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana (USI) e il dipartimento della SUPSI.

Ricordiamo che al concorso si erano iscritti 67 Team di progettazione interdisciplinari provenienti dal Ticino, da oltre Gottardo, così come da diversi paesi europei e d'oltremare. Tra questi la Giuria del concorso aveva ammesso alla fase finale del concorso i Team di progetto i cui lavori sono stati valutati durante questi tre giorni.

Oltre al vincitore, la giuria ha premiato altri cinque progetti, anch’essi provenienti da studi d'architettura svizzeri: il progetto Surface Veil IV di Dürig AG architekten, Zurigo (secondo rango); il progetto 300509 di Mario Botta, Mendrisio (terzo rango); il progetto BINARIOSETTE di Michele Arnaboldi architetti sagl, Locarno (quarto rango); il progetto BIS di Studio we architetti ETH FAS SIA, Lugano e Buzzi studio di architettura, Locarno (quinto rango); il progetto AGORA di Boltshauser Architekten AG, Zurigo (sesto rango).

Il progetto vincitore, così come gli altri 21 progetti presentati, verranno esposti a Mendrisio all’inizio del mese di marzo (luogo ancora da definire).

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch