La SUPSI avvia la seconda fase del progetto e-mobiliTi
08 marzo 2014
SUPSI, Dipartimento ambiente costruzioni e design, Campus Trevano
Prende il via la seconda fase del progetto interdisciplinare e-mobiliTI promosso dalla SUPSI. Un "laboratorio vivente" con l'obiettivo di indagare le opportunità di diffusione della mobilità elettrica individuale in Ticino e di identificare i fattori socio-culturali che facilitano la transizione verso nuovi stili di mobilità. L’8 marzo saranno consegnate un’automobile e una bicicletta elettrica a ciascuna famiglia che ha preso parte al progetto; inoltre, a ogni componente del nucleo familiare saranno attribuiti un abbonamento Arcobaleno valido per tutto il Ticino, un abbonamento al car-sharing Mobility e un abbonamento al bike-sharing di Lugano Publibike.

Dopo una prima fase in cui i partecipanti (alcune famiglie del Luganese) sono stati seguiti per tre mesi in tutti i loro spostamenti, il progetto e-mobiliTI entra nel vivo. Il periodo di monitoraggio è infatti servito per ricostruire i loro “stili di mobilità attuali”. Il prossimo trimestre di monitoraggio servirà invece per delineare gli “stili di mobilità futuri”: fino al mese di giugno potranno sperimentare di persona e in totale autonomia nuove forme di mobilità.

Il confronto tra gli stili di mobilità attuali e quelli futuri consentirà di capire se la mobilità elettrica possa sostituirsi efficacemente a quella convenzionale. Coinvolgendo i partecipanti anche in incontri di discussione, si indagherà inoltre sulla possibilità di stimolare una trasformazione più ampia delle scelte di mobilità individuale e di favorire il ricorso al trasporto pubblico, alla mobilità dolce (bicicletta e piedi) e alla condivisione dei mezzi di trasporto.
I risultati del progetto sono attesi al più tardi per l’inizio del 2015.

La sperimentazione si avvale del supporto di numerosi partner, senza il sostegno dei quali non sarebbe stata possibile e a cui vanno i ringraziamenti del team di progetto e-mobiliTI:

  • la Città di Lugano offre un supporto logistico generale, gli abbonamenti al bike-sharing Publibike e, tramite TPL, anche alcuni abbonamenti Arcobaleno;
  • il Garage Ricca SA di Cadenazzo mette a disposizione i veicoli elettrici Nissan Leaf e la sua esperienza nel campo dei veicoli alternativi;
  • grazie all’intervento della ditta Gerosa Motocicli SA di Lugano, la fabbrica di biciclette Flyer di Huttwil offre gratuitamente le biciclette elettriche (modello C9 Premium);
  • la società Mobility car-sharing di Lucerna offre gli abbonamenti Mobility.


Partner di progetto SUPSI

  • Dipartimento scienze aziendali e sociali;
  • per il Dipartimento tecnologie innovative:

          - Istituto di sistemi informativi e networking;

          - Istituto Dalle Molle di studi sull'intelligenza artificiale;

  • per il Dipartimento ambiente costruzioni e design:

          - Istituto sostenibilità applicata all'ambiente costruito.


Per informazioni

Istituto sostenibilità applicata all'ambiente costruito (ISAAC)
Francesca Cellina
T +41 (0)58 666 63 55
F +41 (0)58 666 63 49
francesca.cellina@supsi.ch

 

Con il patrocinio della Città di Lugano
In collaborazione con infovel

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch