Quando il physical computing incontra il design e le arti multimediali
09 gennaio 2012
Dipartimento ambiente costruzioni e design, Aula TC102, Blocco C, Campus Trevano, ore 18.00
Incontro con il prof. Tom Igoe, NYU Tisch School of the Arts.

Tom Igoe, professore di physical computing e networking presso NYU Tisch School of the Arts a New York, illustrerà la sua esperienza e i suoi progetti nel campo della formazione del physical computing per il design e le arti multimediali in un seminario aperto al pubblico organizzato nell’ambito del programma Master of Advanced Studies in Interaction Design SUPSI. Sarà presente all’incontro anche Massimo Banzi, docente di interaction design presso il MAS, e co-fondatore, insieme con Tom Igoe, del progetto Arduino, il micro-controller open source per la progettazione di artefatti interattivi.


Per maggiori informazioni:
serena.cangiano@supsi.ch
058-666 6382 

Tom Ingoe

Tom Igoe esplora come si possono rendere le tecnologie digitali capaci di percepire e rispondere all’ampio spettro delle espressioni fisiche delle persone.

Dopo una formazione in teatro, Tom Igoe ha iniziato a sviluppare lavori incentrati sull’interazione fisica in performance dal vivo e in spazi pubblici.

Attualmente la sua ricerca punta a investigare le pratiche ecologicamente sostenibili nello sviluppo tecnologico.

È co-autore, insieme con Dan O'Sullivan, del libro Physical Computing: Sensing and Controlling the Physical World with Computers, che è stato adottato in molti programmi di formazione su design e arti digitali nel mondo.

È stato consulente per The American Museum of the Moving Image, EAR Studio, Diller + Scofidio Architects, Eos Orchestra e altri. Collabora con gli editori della rivista MAKE magazine e al progetto Arduino, il primo hardware open source progettato per designers, ingegneri, architetti, artisti e chiunque sia interessato alla creazione di oggetti e ambienti interattivi.

 

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch