Si conclude il progetto europeo enCOMPASS
09 dicembre 2019
SUPSI, Dipartimento tecnologie innovatite, Dipartimento ambiente costruzioni e design
È possibile ridurre i consumi energetici degli edifici senza fare sacrifici? Questa la domanda che si sono posti i partner del progetto enCOMPASS al quale ha preso parte anche la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

Settanta abitazioni di Contone, la scuola elementare di Quartino-Cadepezzo, gli uffici del Municipio a Vira Gambarogno: questi gli edifici coinvolti, assieme alle persone che in essi vivono, studiano o lavorano, nella sperimentazione enCOMPASS per la Svizzera, svolta in collaborazione da SES, SUPSI (Dipartimento tecnologie innovative e Dipartimento ambiente costruzione e design) e Paradox Engineering.

Il progetto ha sviluppato una piattaforma web e un’app che forniscono un riscontro in tempo reale sui consumi energetici e offrono consigli personalizzati su come ridurli. enCOMPASS, che si è svolto contemporaneamente anche in Germania e Grecia, ha permesso di realizzare un risparmio energetico consistente, pari in media all’11% nelle economie domestiche con i consumi più elevati, e al 10% presso l’istituto scolastico. Più difficile, invece, stimolare il risparmio energetico negli edifici pubblici.

La piattaforma enCOMPASS sfrutta i dati di consumo energetico rilevati automaticamente dai conta-tori elettrici intelligenti “smart meter” e una rete di sensori volti a rilevare in autonomia temperatura, umidità, luminanza e presenza nei locali. Per questa sperimentazione, la Società Elettrica Sopracenerina ha installato la rete di “smart meter”, che rimarranno in funzione anche al termine del progetto.

I sensori domestici invece sono stati progettati, realizzati e installati appositamente da Paradox Engineering, azienda di tecnologia di Novazzano. SUPSI ha sviluppato gli algoritmi per il riconoscimento automatico e in tempo reale dei fattori di consumo (pompa di calore, boiler, frigorifero, lavastoviglie, ecc.), alla base del meccanismo di suggerimento personalizzato su come risparmiare energia, sviluppato invece da altri partner europei.

La sperimentazione sul campo, svolta nell’arco di due anni nel Gambarogno, a Hassfurt in Germania e a Salonicco in Grecia, ha mostrato l’efficacia di questi strumenti, in particolare quando i consumi energetici o la motivazione sono elevati.

Infatti, per le economie domestiche più “energivore” è stato relativamente facile ridurre i consumi: una volta che i suggerimenti personalizzati sono stati compresi e messi in pratica con una certa regolarità, poi sono diventati abituali, producendo così un impatto tangibile sulla riduzione dei consumi.

I rapporti scientifici del progetto enCOMPASS saranno disponibili sul sito web www.encompass-pro-jet.eu.

Image
Contatti
Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch