Identità e alterità nella pratica professionale


Il modulo costituisce un importante momento di ripresa delle esperienze vissute e narrate nello stage attraverso lo strumento delle scritture. Il modulo affronterà la riflessione sul tema dell’identità giungendo inevitabilmente ad affrontare quello dell’alterità: “l’altra faccia della stessa medaglia” (Poletti, 2010) e delle dimensioni comunicative e relazionali in ambito sanitario. Si vuole promuovere un’attitudine tesa allo sviluppo di rapporti umani fondati sul dialogo e la conoscenza reciproca ponendo attenzione ai valori e alle caratteristiche delle diverse culture di appartenenza. Saranno alternati momenti di teoria a presentazioni di realtà inerenti esperienze territoriali e extraterritoriali. Inoltre è previsto un percorso laboratoriale il cui scopo sarà l’attivazione e il coinvolgimento del singolo e la realizzazione di un progetto condiviso del gruppo su un tema d’interesse specifico.

Semestre: Terzo

Corso di laurea: Cure infermieristiche, Ergoterapia, Fisioterapia

Responsabile di modulo: Raffaella Aspesi, Laura Bertini, Vincenzo D'Angelo

Metodolo d'insegnamento: Corsi, Seminari interattivi

Frequenza: Obbligatoria

Certificazione: esame scritto

ECTS: 5

 

  • Definire un quadro concettuale e gli strumenti che permettono la comprensione delle dimensioni umanistiche nelle professioni della cura
  • Cogliere diverse declinazioni dell’alterità nelle relazioni
  • Promuovere la conoscenza di sé
  • Sensibilizzare all’approccio interculturale nei diversi contesti di cura
  • Stimolare lo sviluppo del pensiero critico per mezzo della pratica riflessiva

Attraverso scelte didattiche diversificate il modulo propone attività di incontro con sé e con l’altro. I concetti d’identità e alterità saranno definiti ed applicati ad una pluralità di aree tematiche inerenti la pratica professionale della cura: il paziente, il collega, l’ambiente socio-culturale, l’istituzione, senza dimenticare l’area della soggettività e della conoscenza di sé. Le scritture elaborate durante lo stage, insieme alle altre attività di laboratorio, saranno i mattoni a fondamenta di un progetto condiviso che si costruirà insieme lungo il percorso.

Castiglioni, M. 2014. Narrazione e cura.Milano: Mimesis.
Pizza, G. 2005. Antropologia medica: saperi, pratiche e politiche del corpo. Roma: Carocci.
Zannini, L. 2004. Corpo-Paziente. Da oggetto delle cure a soggetto della relazione terapeutica. Milano: Franco Angeli.

 
st.wwwsupsi@supsi.ch