Lavoro sociale
Image

Il modello formativo del Bachelor in Lavoro sociale è organizzato attorno al profilo di competenze dell’operatore sociale, che si fonda sull’articolazione di quattro grandi aree: le conoscenze fondamentali della professione, le competenze scientifiche e metodologiche, le competenze sociali e le competenze personali.

Il valore aggiunto della formazione SUPSI

  • Struttura formativa / alternanza teoria-pratica: l’insegnamento è strutturato a moduli a carattere interdisciplinare e privilegia l’alternanza tra preparazione teorica e metodologica (quattro semestri) e formazione pratica (due semestri). L’organizzazione del Bachelor prevede una prima parte a tronco comune (quattro semestri), in cui vengono affrontati i fondamenti del lavoro sociale e durante il quale si effettua uno stage di sedici settimane. Durante la seconda parte della formazione (due semestri) lo studente può scegliere tra due indirizzi specifici (educazione sociale o servizio sociale); essa è integrata da uno stage di venti settimane nel campo di specializzazione scelto. L’intento è quello di consentire agli studenti di collegare le pratiche metodologiche e operative con i quadri di riferimento teorico-concettuali. Il percorso consente di acquisire le conoscenze e le capacità atte a riconoscere e analizzare situazioni sociali complesse per poterle affrontare in termini di prevenzione e di intervento, in relazione a specifiche realtà e ai cambiamenti in atto nella società.
  • Modalità didattiche: la formazione alterna varie forme di insegnamento: lezioni frontali, attività seminariali, atelier, supervisioni individuali e di gruppo, ed è supportata da modalità di apprendimento a distanza (e-learning).
  • Competenze: tra i principali obiettivi del corso rientra lo sviluppo delle competenze personali, sociali e linguistiche necessarie alla costruzione di relazioni interpersonali e di rapporti istituzionali consoni al ruolo professionale assunto. Il profilo in uscita è quello di operatore sociale SUP con competenze generaliste. Al termine della formazione il professionista è in grado di promuovere il benessere delle persone attraverso lo sviluppo delle risorse e delle potenzialità individuali e collettive, favorendo così la partecipazione, il legame sociale e l’integrazione dei vari soggetti.
  • Progetti: compito dell’operatore sociale è di partecipare, con altri professionisti, alla costruzione e realizzazione di progetti su singoli, gruppi e comunità e opera sui vari livelli dell’intervento sociale – etico, politico, economico – in servizi sociali ed enti socio-educativi pubblici e privati.

 

Gli indirizzi di specializzazione

  • Servizio sociale: permette di lavorare in qualità di assistente sociale presso i servizi pubblici o privati (comuni, ospedali, centri di accoglienza, ecc.).
  • Educazione sociale: permette di lavorare in qualità di educatore sociale presso istituzioni e organizzazioni che hanno finalità educative, a contatto con utenze specifiche (minori, disabilità, disagio psichico, dipendenze, ecc.).

 

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch