Quando l’alta conflittualità blocca la comunicazione positiva. Giornata di studio.
20 ottobre 2017
Orario: 09.00-12.15; 13.30-16.45. Luogo: SUPSI-DEASS, Manno
Una giornata di studio organizzata dalla Formazione continua in Lavoro sociale del DEASS, durante la quale si alterneranno momenti di presentazione teorica/metodologica a momenti di confronto/esercitazioni pratiche. Verranno presentate e discusse esperienze reali di mediazione e si svolgeranno esercizi e giochi di ruolo in piccoli gruppi.

Presentazione

La giornata di studio aiuterà i professionisti a riflettere su come definiamo l’alta conflittualità e su come e quando la mediazione può essere adatta alla gestione di situazioni relazionali connotate da alti contrasti.
Il processo di mediazione deve fornire la sicurezza per i partecipanti e per i mediatori.
È importante però saper valutare gli elementi che nel processo di mediazione potrebbero portare ad una amplificazione del conflitto invece di contribuire a ridurlo o a risolverlo.
Si affronteranno diversi tipi di conflitto e le relative opportunità di definizione di chi potrebbe supportarne la risoluzione e la rielaborazione. Nei casi in cui si valuta che la mediazione sia la metodologia più adatta e che le parti in causa accettino di intraprendere il processo, le sessioni di mediazione possono essere strutturate in vari modi, utilizzando una serie di tecniche e competenze comunicative.
Si approfondirà l’impatto del conflitto e dello stress sul mediatore con i relativi supporti che possono garantirgli di gestire con efficacia e correttezza il proprio ruolo.

Obiettivi

  • Approfondire le conoscenze e gli approcci per la gestione di relazioni altamente conflittuali nei processi di mediazione
  • Attivare la motivazione al continuo aggiornamento e alla messa in discussione dei partecipanti su modalità personali e professionali per la gestione del proprio ruolo

Destinatari e Requisiti

  • Destinatari: mediatori formati
  • Requisiti: aver terminato una formazione di mediazione riconosciuta in Svizzera

Relatori

  • Relatrice: Lisa Parkinson M.A., mediatrice familiare, formatore e consulente, vice-presidente di Family Mediators Association in Inghilterra e Galles.
    È coinvolta nello sviluppo della mediazione familiare dalla metà degli anni ‘70 e, dopo quasi 40 anni, è ancora attiva come mediatrice familiare.
    La 2° edizione italiana del suo libro, “La Mediazione Familiare. Modelli e strategie operative” (Erickson 2013) è disponibile in altre cinque lingue straniere (3° edizione inglese, Family Law and Practice ).
  • Moderatrice: Maria Silva Ceppi, psicopedagogista,mediatrice familiare ASM e mediatrice FSM, consulente matrimoniale e familiare. Dal 1997 ha svolto attività di consulente e mediatrice familiare presso il Centro coppia e Famiglia di Mendrisio. Si e occupata in particolare dell’ascolto dei minori nell’ambito delle procedure di separazione e di divorzio.
    È attiva come supervisore e formatrice in mediazione in Svizzera e in Italia.

Costi e Iscrizioni

  • Costo: CHF 200.–
  • Iscrizioni: entro il 22 settembre 2017 tramite formulario, scaricabile dalla locandina a lato di questa pagina. Per maggiori informazioni scrivere a cristina.poncioni@supsi.ch

Certificato

Verrà rilasciato un attestato di frequenza. Il corso è anche riconosciuto dalla Federazione Svizzera degli Avvocati e rilascia 6 crediti FSA.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch