Fenomenologia della cura medica
11 ottobre 2019
Aula 106, Stabile Piazzetta, Manno - ore 17.30
Incontro e dibattito con gli autori, Vincenzo Costa e Luca Cesana.
Al termine della serata, aperitivo offerto.

Presentazione del Libro

Image Presentazione del Libro

Il testo, da un lato, si interroga su come si è potuta  costituire la medicina moderna, che cosa ha dovuto rimuovere del sapere tradizionale e su quale base ontologica si è sviluppata.

Dall’altro, fornisce indicazioni operative sviluppando concetti come “cura narrativa”, ridefinendo la relazione  di cura e, nell’ultima parte, affrontando i temi  della neuroriabilitazione, intesa come un rendere  di nuovo abili ad abitare un mondo differente e un riaprire l’esistenza al possibile.

L’idea centrale è che la malattia disgrega una precedente identità, ma rappresenta un fatto dell’esistenza e non  la fine della vita: nella malattia c’è ancora da vivere e anche quando non si può “aggiustare” si può sempre “curare”. Un compito che implica una cooperazione tra i diversi operatori: medici, terapisti, psicologi.

Relatori

Vincenzo Costa
È docente ordinario di Filosofia teoretica presso l’Università degli Studi del Molise. Tra le sue ultime pubblicazioni: Il movimento fenomenologico (La Scuola 2014); Fenomenologia dell’educazione e della formazione
(La Scuola 2015); Teorie della follia e del disturbo psichico (ELS La Scuola 2017); Psicologia fenomenologica (Scholé 2018).

Luca Cesana
Insegna Cura e riabilitazione dell’adulto con disfunzioni neuromotorie acute e croniche presso la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI). Professionalmente si occupa della riabilitazione di persone con cerebrolesione acquisita e patologie neurologiche degenerative.

Costo

Partecipazione gratuita, previa iscrizione entro il 1° ottobre 2019.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch