Anziani e guida – aspetti clinici, giuridici e sociali: nuove sfide per la psicologia del traffico
06 febbraio 2020
Stabile Piazzetta, Manno (13.30 – 18.30)
Il Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale, con il contributo del Dipartimento delle istituzioni del Canton Ticino (DI), dell’Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, di iQ center, di Istituto RASS, dell’Associazione ticinese psicologi (ATP) e della Clinica Hildebrand Centro di riabilitazione di Brissago, organizza un pomeriggio di formazione sul tema anziani e guida.

La società contemporanea interpreta la mobilità come una dimensione fondamentale per la piena partecipazione alla vita sociale. Visto il trend demografico, chinarsi su come tale realtà incida sulla popolazione anziana, rappresenta un tema pregnante per comprendere la mobilità del futuro.
In Ticino, al 2018, si contano 293’000 licenze di condurre attive, di cui 32’834 di conducenti con più di 70 anni. Accanto a questa fotografia si inserisce, l’entrata in vigore dell’innalzamento da 70 a 75 anni per il primo controllo dell’idoneità alla guida. L'analisi dei dati, così come i risultati della ricerca, offrono una possibilità di lettura di questa realtà. L’orizzonte che ci si pone è quello di garantire agli anziani, il più a lungo possibile, la mobilità. Questo tuttavia senza rinunciare alla sicurezza. È importante preparare le persone anziane non più idonee alla guida a mantenere viva la rete sociale e relazionale attraverso un’educazione a nuove forme di mobilità, affiancata da una maggiore consapevolezza pubblica.

Il pomeriggio di formazione esplorerà le dimensioni dell’invecchiamento e della guida, in particolare approfondirà aspetti psicologici, medici e sociali cercando di raccogliere, dagli operatori attivi nella valutazione, nella presa a carico e accompagnamento delle persone anziane, gli elementi per leggere la realtà cantonale e le prospettive future nei rispettivi settori di attività.

L’appuntamento prevede l’intervento da parte dell’Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano su anziani e guida, e l’esposizione da parte del Dr. med. Graziano Ruggieri, Specialista FMH in Geriatria e Primario presso la Clinica Hildebrand Centro di riabilitazione di Brissago, degli aspetti gerontologici nel conducente anziano.
A questa parte iniziale seguirà la presentazione dei risultati della ricerca “Anziani e guida”, con commento ai dati raccolti, e una panoramica sulla popolazione anziana e le condotte di infrazione alla guida. L’incontro si concluderà con una tavola rotonda sui temi di attualità con focus su anziano e guida secondo diverse prospettive, al termine del quale sarà offerto un aperitivo a tutti i partecipanti.

Il programma completo dell’evento e la lista degli ospiti sono disponibili nella locandina scaricabile a lato.
 
È richiesta l’iscrizione online entro il 17 gennaio attraverso il seguente link:
www.supsi.ch/go/evento-UPA

Parcheggi a disposizione sul piazzale al 1° piano dello Stabile Piazzetta (indicazioni su come raggiungerli sono disponibili nella cartina scaricabile a lato).

Per ulteriori informazioni è possibile contattare: unita.psicologia@supsi.ch

Unità di psicologia applicata

L’unità di psicologia applicata offre una risposta strutturata alle esigenze di formazione base, formazione continua e ricerca di un territorio, quello ticinese, nel quale si riscontra una presenza vitale degli psicologi che possono ora trovare, in questa nuova realtà, un partner accademico ideale.
Essa si avvale di un laboratorio per la valutazione delle funzioni cognitive e per lo svolgimento di indagini peritali mirate in ambito psicologico, e interviene inoltre anche per consulenze specifiche.

Maggiori informazioni riguardanti l’unità di psicologia applicata sono disponibili alla pagina seguente: www.supsi.ch/cmr/unita-psico.html

Psicologia della circolazione

La psicologia della circolazione è l’applicazione della psicologia allo studio e all’analisi del comportamento alla guida e, più in generale, nella circolazione stradale.
L'unità di psicologia applicata è attualmente attiva in modo specifico in questo ambito: la ricerca in tale settore affianca e integra l’attività svolta nell’ambito delle prestazioni di servizio. Rispondendo ai requisiti federali richiesti, l’unità è riconosciuta dall’autorità cantonale per lo svolgimento della valutazione diagnostica di idoneità alla guida, sia sul fronte caratteriale che cognitivo, grazie anche a strumenti psicometrici idonei e specificatamente dedicati a tale tipo di analisi.

Per informazioni più dettagliate è possibile consultare la pagina seguente:
www.supsi.ch/cmr/unita-psico/laboratorio.html

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch