Nominati sei nuovi professori alla SUPSI
24 gennaio 2018
Manno
Il Consiglio della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) ha nominato sei nuovi Professori. Questi importanti riconoscimenti premiano la loro competenza scientifica, il valore dell’attività didattica e la qualità dei progetti di ricerca e sviluppo che hanno contraddistinto il loro percorso accademico e professionale.

I titoli di professorali sono stati conferiti a:

  • Alessio Benavoli, Professore in Metodi ingegneristici nell’intelligenza artificiale presso il Dipartimento tecnologie innovative;
  • Nicla Borioli Pozzorini, Professore in Comunicazione e linguaggi visivi presso il Dipartimento ambiente costruzioni e design;
  • Maria Caiata-Zufferey, Professore in Ricerca qualitativa in scienze sociali e della salute presso il Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale;
  • Giacinta Jean, Professore in Storia e tecniche di conservazione e restauro presso il Dipartimento ambiente costruzioni e design;
  • Tiziano Leidi, Professore in Multimedia Processing presso il Dipartimento tecnologie innovative;
  • Cesarina Prandi, Professore in Teoria e prassi delle relazioni di cura presso il Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale.

Queste nomine costituiscono un prezioso arricchimento della SUPSI in termini di competenze, progettualità e possibilità di stabilire reti di collaborazione, a favore dei propri studenti e dei partner del territorio.

La SUPSI si congratula con i propri nuovi professori.

Alessio Benavoli

Image Alessio Benavoli

Laureato nel 2004 in Ingegneria Informatica e Automazione presso l’Università di Firenze. Nel 2008 ottiene il Dottorato in Ingegneria Informatica e Automazione, sempre presso l’Università di Firenze, con la tesi "Modelling and efficient fusion of uncertain information: beyond the classical probability approach".

Dopo un anno di esperienza post-laurea come analista di sistema presso SELEX-ES (Finmeccanica), viene assunto come post-dottorato presso l'Istituto Dalle Molle di studi sull'intelligenza artificiale (IDSIA-SUPSI). Nel 2008 diventa ricercatore dello stesso istituto e nel 2012 ricercatore senior.

Le sue attività di ricerca interessano gli ambiti di: controllo, stima e filtraggio per sistemi dinamici, intelligenza artificiale, machine learning, ragionamento incerto, fondamenti teorici e applicazioni della probabilità, applicazioni di difesa, industry 4.0, energie rinnovabili, ingegneristiche e finanza.  È autore di 90 articoli internazionali peer-reviewed.

Nicla Borioli Pozzorini

Image Nicla Borioli Pozzorini

Laureata con lode in filosofia moderna presso l'Università degli Studi di Pavia, si specializza in ambito accademico con continui approfondimenti in strategie della comunicazione, estetica e semiotica testuale, contribuendo allo sviluppo della rete scientifica nell’area disciplinare dei linguaggi visivi. Consegue il diploma Higher Education management della KFH nel 2009.

Dal 2005 al 2007 è Responsabile del Museo d’Arte Moderna presso il Dicastero Attività Culturali della Città di Lugano e assume la responsabilità del Festival “Parolario”, in collaborazione con l’Assessorato alle Culture della Regione Lombardia. Dal 2010 è membro di direzione del Dipartimento ambiente costruzioni e design con la funzione di responsabile della formazione e referente SEDIFO, contribuendo in modo significativo all’innovazione didattica e all’ideazione di percorsi formativi, rivolgendo particolare attenzione all’approccio interdisciplinare e all’integrazione delle soft-skills.

Collabora con il Dipartimento formazione e apprendimento della SUPSI in qualità di consulente scientifica del “Master of Advanced Studies in arti plastiche” e di esperta esterna per le tesi master nel settore delle arti visive. Vanta un’esperienza d’insegnamento pluriennale ed è titolare di numerosi corsi accademici dedicati all’epistemologia del design e alla semiologia. Nella ricerca è attiva in progetti nazionali e consulenze che affrontano la lettura storica e contemporanea del segno nella sua valenza semantica, metaforica e simbolica per lo sviluppo di applicazioni e artefatti nell’ambito della comunicazione e dei nuovi media.

Maria Caiata-Zufferey

Image Maria Caiata-Zufferey

Laureata in Travail social et politiques sociales e Dottore in Scienze sociali presso l’Università di Friborgo, ha sviluppato la sua attività di ricerca a cavallo tra le scienze sociali e sanitarie. Al cuore dei suoi interessi scientifici vi è l’agire in contesti di incertezza, tema declinato in vari ambiti quali il consumo di droghe, l’uso delle nuove tecnologie dell’informazione per la salute e la gestione del rischio genetico di cancro. Assistente presso l’Università di Friborgo, Senior Researcher presso l’Università della Svizzera italiana e borsista del Fondo Nazionale presso l’Università di Ginevra, è stata anche Visiting Researcher al Centre National de la Recherche Scientifique di Parigi e all’Imperial College di Londra. In parallelo all’opera di ricercatrice, ha condotto un’intensa attività di insegnamento dei metodi qualitativi di ricerca in vari atenei.

Dal 2015 è responsabile della ricerca dell’area sanità del Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale (DEASS) della SUPSI.

Giacinta Jean

Image Giacinta Jean

Nel 1991 si laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano. Nel 1997 ottiene il titolo di dottore in scienze presso il Politecnico federale di Losanna (EPFL). Dal 1997 al 1999 svolge il dottorato in Storia dell'architettura e dell'urbanistica presso il Politecnico di Torino. La tesi "La casa da nobile. Caratteri organizzativi e politiche dell'abitare a Cremona tra la fine del XV secolo e la metà del XVII" è stata pubblicata da Electa nel 2000.

Dopo la laurea ha svolto attività professionali nel settore del restauro architettonico e ha lavorato in università (Università di Ginevra e Politecnico di Milano). Dal 2005 è responsabile del corso di laurea Bachelor e Master in conservazione e restauro presso la SUPSI dove è attiva nella didattica e nella ricerca.

Tiziano Leidi

Image Tiziano Leidi

Riceve il Diploma in Ingegneria Informatica al Politecnico di Zurigo nel 1999. Durante gli studi concentra i propri interessi sulle tecniche di programmazione ad oggetti, sulle architetture software e sul trattamento di segnali digitali. Nel 2008, in maniera parallela alla professione decide di iscriversi alla scuola di dottorato del Politecnico Federale di Losanna per svolgere la tesi di PhD intitolata "Domain-Specific Language for Parallel Real-Time Stream Processing", ottenendo il grado di PhD in Computer, Communication and Information Sciences nel corso del 2012.

Al termine degli studi, ha lavorato per qualche anno nel settore del trattamento di segnali audio e nel settore delle applicazioni software bancarie. Alla fine del 2001 ha cominciato a lavorare per la SUPSI, inizialmente come ricercatore, poi anche come docente. In qualità di responsabile di progetto e di architetto software per progetti di ricerca applicata nazionali ed internazionali, si è specializzato nelle tecniche informatiche per il trattamento di segnali audio-video e per lo sviluppo di applicazioni ad esecuzione parallela e distribuita. Attualmente è responsabile dell’area di competenze in Audio-Visual Processing e Immersive Multimedia dell’Istituto sistemi informativi e networking (ISIN) del Dipartimento tecnologie innovative (DTI) della SUPSI.

Cesarina Prandi

Image Cesarina Prandi

Nel 2006 ottiene la laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche presso l’Università di Medicina e Chirurgia Roma Tor Vergata. Il suo percorso di studio la porta ad ottenere il Master Relazione e sentimenti nelle professioni di cura presso l’Università Cattolica Piacenza (2007), a frequentare la Formazione alla scrittura autobiografica (percorso triennale) presso la Libera Università Autobiografia Anghiari (2009-11) e la Scuola triennale di Counselling ad orientamento conversazionale presso l’ITAT di Torino (2013-14). Nel 2015 ottiene il dottorato in scienze infermieristiche presso l’Università di Medicina e Chirurgia di Roma Tor Vergata.

Le sue esperienze professionali la vedono attiva nella formazione continua nell'ambito delle cure domiciliari rivolta a infermieri ed equipe; nella progettazione di implementazione di modelli di cura e assistenza a malati cronici; nella ricerca-azione in ambito di implementazione di linee guida per il controllo del dolore; nella ricerca-azione per implementazione comunità di pratiche; nella formazione continua a medici e infermieri nell'ambito delle cure palliative e nella formazione a infermieri inerente gli obiettivi 21 dell'OMS. Ha svolto la professione di infermiera clinica in cure palliative e oncologia.

Per maggiori informazioni

Prof. Ing. Franco Gervasoni, Direttore generale SUPSI
Direzione, Le Gerre, 6928 Manno
T. +41 (0)58 666 60 14

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch