Dry needling e terapia manuale nel trattamento dei trigger point miofasciali
M. Barbero e A. Schneebeli

Descrittivo

Il trigger point miofasciale è una forma di dolore muscolare caratterizzata da iperalgesia e dolore riferito. Le sindromi dolorose da trigger point miofasciali causano disabilità e limitano la qualità della vita dei pazienti. Inoltre, i trigger point si associano spesso ai più comuni disturbi muscoloscheltrici, quali per esempio la lombalgia e la cervicalgia, complicandone il quadro clinico.

Obiettivi

Il Seminario consentirà al fisioterapista di:

  • Definire il trigger point miofasciale e la sindrome dolorosa miofasciale
  • Riconoscere segni e sintomi che caratterizzano i pazienti con trigger point miofascali
  • Comprendere i concetti di base della fisiopatologia del trigger point miofasciale
  • Eseguire una valutazione dei pazienti con trigger point miofasciali
  • Comprendere il concetto di “Safe Needling Depth” grazie alla valutazione ecografica dell’apparato muscoloscheletrico
  • Applicare le tecniche di trattamento manuale per i trigger point miofasciali
  • Applicare il dry needling per i trigger point miofasciali
  • Riconoscere le controindicazioni al trattamento dei trigger point miofasciali
  • Prevenire gli effetti avversi del dry needling

Contenuti

Nella prima parte del seminario saranno discusse la definizione di trigger point miofasciale, le principali teorie di fisiopatologie e le carattetistiche cliniche dei diversi trigger point. Con riferimento ai recenti studi clinici, sarà presentata l’efficacia della terapia manuale e del dry needling. Particolare attenzione sarà dedicata alle controindicazioni del dry needling.
Il seminario continuerà con sessioni pratiche dedicate alla valutazione palpatoria del trigger point miofascali e al loro trattamento tramite le tecniche di terapia manuale e il dry needling. Le dimostrazioni pratiche di dry needling saranno supportate da valutazioni ecografiche che chiariranno il concetto di “Safe Needling Depth”.

Destinatari e requisiti

Il corso è riservato a fisioterapisti diplomati o laureati.
Non sono necessarie conoscenze pregresse.

Relatori

Marco Barbero è un fisioterapista specializzato in Terapia Manuale e Riabilitazione dei Disordini Muscolo-scheletrici presso l’Università di Genova. Nel 2016 ha completato un dottorato di ricerca (PhD) sui trigger point miofasciali presso la Queen Margaret University di Edimburgo. Attualmente è responsabile del Laboratorio di Ricerca in Riabilitazione (2rLab) presso la SUPSI.
Nel seminario illustrerà il concetto di trigger point miofascile in riferimento alle più recenti indagini scientifiche, mostrerà inoltre le procedure di valutazione e trattamento dei trigger point miofasciali.

Alessandro Schneebeli è un fisioterapista laureato presso SUPSI. Dal 2010 svolge la sua pratica clinica presso il suo studio privato di Vaglio ed è ricercatore presso il Laboratorio di Ricerca in Riabilitazione (2rLab) della SUPSI. Si occupa in particolar di ricerca in ecografia muscoloscheletrica (RUSI).
Nel seminario affronterà, grazie all’utilizzo dell’ecografo, il concetto di “Safe Needling Depth” nel trattamento dei trigger point miofasciali. Inoltre mostrerà le procedure di valutazione e trattamento dei trigger point miofasciali.

Date e luogo

La prossima edizione del corso è in programmazione per febbraio 2019. Maggiori dettagli saranno disponibili a breve.

Certificato

Attestato di partecipazione.

Lingua del corso

Italiano.

Costi

L'iscrizione al seminario ha un costo di CHF 500.-

È previsto uno sconto del 10% per i soci degli enti convenzionati: SUPSI Alumni, Physioswiss, AIFI Nazionale, AIFI Emilia Romagna - Liguria – Piemonte - Umbria, GIS Sport, GTM , SVOMP.
Per beneficiare dello sconto, il partecipante è tenuto a inviare copia dell’attestazione di affiliazione a: deass.sanita.fc@supsi.ch.

 

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch