Processo di trasmissione d’impresa: test di un modello per le PMI ticinesi
Processo di trasmissione d’impresa: test di un modello per le PMI ticinesi

Il progetto di ricerca “Processo di trasmissione d’impresa: test di un modello per le PMI ticinesi”, è stato commissionato dall’Ufficio per lo sviluppo economico del Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE) al Centro competenze inno3 del DEASS.

I risultati emersi dall’indagine “Successione aziendale in Ticino”, realizzata da inno3 tra i mesi di ottobre e novembre 2011, i quali mostravano come, entro il 2018, circa 5’000 imprese ticinesi avrebbero dovuto essere trasmesse, hanno sollevato preoccupazione presso tutti i soggetti economici e i policy maker.

Gli effetti macroeconomici e territoriali, in termini di possibili chiusure d’aziende, con la conseguente perdita di posti di lavoro, di conoscenze, capacità, competenze e, a volte, anche tradizioni, sarebbero difficilmente compensabili con la sola promozione di nuove realtà imprenditoriali o attirando attività provenienti dall’estero.

La rilevanza del fenomeno e la consapevolezza che l’avvicendamento al vertice dell’impresa sia un momento cruciale e delicato per la sua sopravvivenza e il suo sviluppo, hanno condotto i ricercatori a formulare proposte concrete per sostenere le imprese e, di riflesso, l’ambiente macroeconomico durante questo delicato e complesso processo.

All’interno di questo quadro generale s’inserisce il filone di ricerca sviluppato da inno3. Esso propone un approccio olistico, sistemico e multidisciplinare alla trasmissione d’impresa. Tale processo si situa in un contesto più ampio che, oltre a garantire la sopravvivenza dell’azienda, mira a favorirne lo sviluppo, attraverso un’attività di rigenerazione strategica che stimoli l’imprenditorialità (in tutte le sue declinazioni), l’innovazione, lo sviluppo e il trasferimento delle conoscenze sul territorio.

st.wwwsupsi@supsi.ch