Breakpoint: Tecnologie digitali e media nella scuola dell’obbligo
Già alle elementari con gli smartphone in mano; Decine di ragazze ticinesi messe a nudo su Whatsapp; Ragazzine sempre più svestite e con la 'bocca a pesce'; Studiare una lingua con i Podcast; Se la pagina social ti aiuta con il lavoro... Sono i titoli di alcune recenti notizie apparsi sui nostri quotidiani.
Breakpoint: Tecnologie digitali e media nella scuola dell’obbligo

Le tecnologie digitali hanno diffusione e penetrazione altissime: oggi il 98% degli adolescenti ha accesso a internet, in larga parte con dispositivi personali, e naviga su internet almeno 2 ore al giorno. Il primo uso di un computer avviene attorno ai 6 anni, il primo accesso alla rete attorno agli 8 anni. Oltre il 40% degli adolescenti dichiara di aver incontrato persone conosciute prima solo sui social. Quotidianamente chi lavora sul campo incontra situazioni in cui, nella maggior parte dei casi inconsapevolmente, giovani e giovanissimi infrangono la legge giocando nel mondo digitale. D'altro canto, sappiamo che un uso avanzato delle tecnologie digitali è utile per l'apprendimento ed è una chiave professionale importante. Per anni ci è stato detto che le tecnologie sono una dimensione imprescindibile dell'innovazione scolastica, e che un buon docente deve saperle sfruttare al massimo. Inoltre, si chiede alla scuola obbligatoria di orientare le ragazze e i ragazzi verso professioni tecnologiche (MINT) poiché la società, in prospettiva, mancherà di figure professionali.
Allora vogliamo migliorare la nostra didattica usando gli strumenti digitali che il mercato ci offre, ma vogliamo farlo in una zona protetta e senza correre e far correre rischi ai nostri allievi e ai nostri studenti. Quale aiuto ci porta la ricerca? Come stare al passo con il continuo cambiamento tecnologico e sociale? Quali attività proporre per sviluppare le MINT a scuola?
Il Breakpoint sarà l'occasione di presentare i progetti e le attività in corso al DFA su tre fronti: (a) l'educazione tecnologica e lo sviluppo del pensiero computazionale, in particolare in relazione alla robotica nella scuola dell'obbligo; (b) l'educazione ad un uso critico dei media, in particolare in relazione ai media digitali e ai social media; e (c) l'uso innovativo delle tecnologie nella didattica.

 

Breakpoint con

Marco Beltrametti, Luca Botturi, Lucio Negrini, Miriano Romualdi
Unità di didattica e formazione ICT4u

 

Ti aspettiamo!

Lunedì 11 aprile 2016
11.30 - 12.45
DFA, A120

Guarda le foto del Breakpoint
st.wwwsupsi@supsi.ch