Conferenza: I disturbi dell’apprendimento a scuola
09 settembre 2011
Locarno, Dipartimento formazione e apprendimento
Il 9 e 10 settembre, a Locarno, il Dipartimento formazione e apprendimento della SUPSI (DFA) organizza un convegno sui disturbi dell’apprendimento, con esponenti del mondo accademico e professionisti nel campo dell’educazione provenienti dalla Svizzera e dall’estero.

Insegnanti e altri specialisti in ambito scolastico sono posti continuamente di fronte alla difficile sfida di offrire un supporto adeguato ed efficace per tutti gli allievi, in linea con un approccio educativo di tipo inclusivo. Come migliorare i risultati e come rendere meno impervio e frustrante il percorso scolastico di coloro che ogni giorno si confrontano con difficoltà di lettura, di scrittura e di calcolo?

La ricerca nel campo delle neuroscienze sta facendo passi da gigante e sta portando un contributo importante agli studi in questo ambito. Contemporaneamente, la disponibilità crescente di tecnologie digitali sembra offrire sempre nuovi strumenti di supporto alla pratica didattica, strumenti che possono essere utilizzati per migliorare il profitto scolastico di allievi con o senza disturbo specifico dell’apprendimento.
In questa prospettiva, diventa sempre più forte la necessità di operare un ripensamento profondo degli approcci e delle strategie didattiche da adottare al fine di offrire sostegno a bambini e studenti con bisogni educativi particolari. Di qui la necessità sempre più stringente di accorciare le distanze tra il mondo della ricerca e quello della didattica, tra gli esperti in ambito scientifico e gli specialisti nel campo dell’educazione.

Il convegno organizzato dal DFA di Locarno sul tema “I disturbi dell’apprendimento a scuola, tra ricerca e didattica”, si pone proprio questo obiettivo. L’idea è di creare un’occasione di dialogo e scambio tra ricercatori, psicologi, logopedisti, operatori dei servizi psicopedagogici e insegnanti, al fine di riflettere sul senso e l’efficacia di approcci didattici e nuove metodologie che possano favorire gli apprendimenti di tutti gli allievi, per promuovere e mettere in pratica un approccio educativo di tipo inclusivo.

Il convegno ospiterà contributi di natura scientifica e contributi legati a esperienze di pratica professionale. I temi delle sessioni previste spazieranno dal rapporto tra i Disturbi Specifici dell’Apprendimento e abilità visive o motorie, alle tecnologie digitali; dalle tecniche di screening agli strumenti e alle strategie compensative in educazione.
Sono previsti interventi da parte di esperti nell’ambito dei disturbi dell’apprendimento afferenti a Università e istituti di ricerca in Svizzera e all’estero. In particolare, interverranno il Dr. Eric Tardif della Haute école pédagogique du canton de Vaud, Losanna, il Prof. Pascal Zesiger della Facoltà di Psicologia e Scienze dell’Educazione dell’Università di Ginevra, il Prof. Cesare Cornoldi e la Prof.ssa Daniela Lucangeli del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Padova, il Prof. Carlo Muzio, neuropsichiatrainfantile e docente presso l’Università di Pavia, e il Prof. Ian Smythe della School of Education dell’Università del Galles.

Il convegno è in parte sostenuto dal Fondo Nazionale Svizzero per la ricerca scientifica e avrà luogo a Locarno, presso il Dipartimento Formazione e Apprendimento.
È possibile iscriversi al convegno e ottenere ulteriori informazioni attraverso il sito ufficiale www.convegnodas.dfa.supsi.ch.

st.wwwsupsi@supsi.ch