Concorso di scrittura "Boris Janner"
12 marzo 2014
Il Centro di competenza in didattica dell’italiano e delle lingue nella scuola (DILS) del Dipartimento formazione e apprendimento, promuove un concorso di scrittura per le scuole elementari del Canton Ticino intitolato alla memoria di Boris Janner, già Direttore dell’Alta Scuola Pedagogica, scomparso prematuramente alla fine del 2013.

Il concorso vuole essere un’occasione per promuovere nelle classi il piacere di scrivere e di riflettere sulla lingua, attraverso la composizione collettiva di testi brillanti, divertenti e utili per favorire l’apprendimento linguistico dei bambini.

L’edizione 2014 del concorso, intitolata Ti racconto... la punteggiatura, è incentrata sul tema della punteggiatura e sul genere testuale della filastrocca. Le classi di Scuola elementare del Cantone sono infatti invitate a comporre una filastrocca che abbia per tema la punteggiatura, seguendo l’esempio di Gianni Rodari, autore di numerose filastrocche su questo argomento.

Gli elaborati vanno inviati dal docente titolare della classe entro lunedì 19 maggio 2014, solo in formato elettronico, unicamente tramite l’apposito modulo reperibile all’indirizzo internet http://www.supsi.ch/go/punteggiatura.

Una giuria interna al Dipartimento formazione e apprendimento valuterà le filastrocche pervenute e stabilirà la graduatoria finale, che verrà resa nota alla fine dell’anno scolastico 2013-14 sul sito internet del concorso. Le classi premiate (una per il primo ciclo e una per il secondo ciclo) riceveranno un buono per l’acquisto di libri per arricchire la biblioteca di classe.

Il regolamento dettagliato dell’iniziativa è consultabile e scaricabile sul sito del concorso, all’indirizzo sopra indicato, dove i docenti possono trovare anche alcuni suggerimenti per la composizione delle filastrocche, a cura dei formatori del Dipartimento formazione e apprendimento Daniele Dell’Agnola e Simone Fornara.

 

 Boris Janner

Boris Janner, psicologo e supervisore in psicologia dell’infanzia e dell’adolescenza della Federazione Svizzera di Psicologia (FSP), è stato Direttore dell’Alta Scuola Pedagogica di Locarno dal 2002 al 2009 e successivamente docente di scienze dell’educazione presso il Dipartimento formazione e apprendimento della SUPSI. Membro di diverse Commissioni e di Associazioni professionali cantonali e intercantonali nell’ambito della psicologia e dell’educazione, è sempre stato attivo nel campo della ricerca pedagogica e didattica.

In particolare, dal 2006 ha costantemente promosso la ricerca nell’ambito della didattica dell’italiano rivolta soprattutto all’infanzia, partecipando personalmente a progetti sviluppati dall’ASP e dal Dipartimento formazione e apprendimento, anche in collaborazione con alcuni centri universitari italiani. In questo senso, va ricordato il suo coinvolgimento nelle ricerche sull’ortografia, sul parlato dei bambini e sulla punteggiatura, testimoniato da alcune pubblicazioni che non hanno mancato di destare l’interesse degli studiosi, prima fra tutte il libro Come parlano i bambini a scuola. La varietà di parlato puerile della lingua italiana, curato insieme a Dario Corno e pubblicato per i tipi delle Edizioni Mercurio di Vercelli nel 2009. Il suo ultimo lavoro è stato il capitolo "Che cosa pensano i bambini della punteggiatura", inserito nel volume La punteggiatura dei bambini. Uso, apprendimento e didattica, curato da Silvia Demartini e Simone Fornara e stampato dalla Carocci di Roma nel 2013.

L’amore che Boris Janner ha sempre dimostrato per la scuola, per l’educazione e per l’apprendimento, impegnandosi in prima persona nello studio del linguaggio orale e scritto dei bambini di oggi, è un’eredità importante che lui ci ha lasciato e che il concorso intende rinnovare nel segno della creatività.

 

Contatti
Per informazioni, scrivere a dfa.dils@supsi.ch
 

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch