Educare ai media, a scuola e non solo
21 aprile 2015
Dalla classica pubblicità, passando dalla TV, fino alle reti sociali e a intenet, i media sono sempre più presenti nella vita dei giovani e anche dei giovanissimi. È una possibilità di apertura sul mondo, di apprendimento e di creatività, ma anche un fattore di rischio e una fonte di situazioni problematiche.

Come aiutarli a non diventare vittime delle tecnologie che usano? Esiste un modo costruttivo di usare i dispositivi che hanno a disposizione? Possiamo usare questo enorme potenziale tecnologico per aiutare la crescita, l’apprendimento e l’educazione?

Il Dipartimento formazione e apprendimento propone due corsi brevi (30h) di formazione continua nell'ambito dell'educazione ai media rivolti ai docenti dei diversi ordini scolastici e a educatori attivi in ambiti informali.

Educare ai media e con i media mette a tema il rapporto tra giovani, media ed educazione proponendo delle concrete piste di intervento nell’ambito della media education. Il corso ospiterà la presentazione di attività di educazione ai media di diverse realtà attive sul territorio cantonale e non solo.

Storie digitali per insegnare e imparare, in modalità di atelier, permette di acquisire le metodologie di digital storytelling (narrativa digitale) per integrare il linguaggio audiovisivo tra gli strumenti didattici di docenti, formatori ed educatori usando programmi semplici e gratuiti. Un approccio che apre infiniti spazi laboratoriali tra lingua, educazione visiva, arti plastiche e altre discipline che possono offrire i contenuti e i protagonisti della narrazione.

I corsi, inseriti nel programma di formazione continua breve certificata del Dipartimento formazione e apprendimento della SUPSI, sono finanziati dalla Città di Locarno nell'ambito delle attività legate al Palazzo del Cinema.

Informazioni e contatti

Luca Botturi, resposabile dei corsi
luca.botturi@supsi.ch
041 58 666 68 27

st.wwwsupsi@supsi.ch