Sfide e opportunità che affronteremo con la rivoluzione digitale
19 ottobre 2017
Palazzo dei Congressi, Lugano
Dietro la rivoluzione digitale si nascondono una varietà di tecnologie innovative dalla cui convergenza si otterranno nuovi tipi di applicazioni che trasformeranno il nostro modo di vivere, lavorare, interagire con ciò che ci circonda, comunicare e relazionarci. Uno stravolgimento che toccherà le nostre vite in tutti gli ambiti, ma che diventa di fondamentale importanza capire e anticipare laddove andrà a cambiare le professioni, le aziende e il modo stesso di fare business. Le testimonianze di diversi esperti internazionali tra cui - Massimo Lucchina di Samsung Electronics, Luca Callegari di Microsoft Switzerland e Maurizio Gattiglio dell’European Factory of the Future Research Association - forniscono esempi da cui trarre spunto per un’implementazione nella propria realtà professionale.

Per disporre di strumenti che permettano di comprendere i cambiamenti in atto, l’Istituto sistemi informativi e networking (ISIN) del Dipartimento tecnologie innovative della SUPSI, in collaborazione con PostFinance, ha organizzato l’evento “La rivoluzione digitale – Sfide e opportunità”  che ha luogo il 19 ottobre 2017 presso il Palazzo dei Congressi di Lugano. Oltre 300 partecipanti in rappresentanza delle aziende del territorio dei settori più disparati partecipano all’evento per seguire gli interventi dei relatori di aziende ed associazioni internazionali quali Massimo Lucchina, Head Strategy and Innovation Center Europe di Samsung Electronics illustra Le tecnologie per la rivoluzione digitale; Luca Callegari, Marketing and Operation Director di Microsoft Switzerland espone L’evoluzione del business nell’era digitale; e Maurizio Gattiglio, Chiarman dell’European Factory of the Future Research Association approfondisce Il digitale nella fabbrica del futuro.

Le tecnologie alla base della rivoluzione digitale sono l’Internet of things, l’intelligenza artificiale e, al centro del tutto, c’è il cloud, nel quale sono poi concentrati i cosiddetti big data, fonte della conoscenza che rende i sistemi più smart. Questi continui progressi tecnologici esercitano un impatto a più livelli sulle aziende: in primo luogo i prodotti sviluppati tendono a diventare sempre più tecnologici e a integrare dell’information
technology: software, sensori e connettività alla rete diretta o indiretta. Orologi, elettrodomestici, auto, macchine industriali sono solo alcuni esempi di prodotti che stanno andando incontro a questo processo. Quindi le aziende dovranno disporre di un’infrastruttura adeguata e di competenze sia ingegneristiche per la progettazione di queste nuove tipologie di prodotti, sia per gestire e utilizzare i dati da essi generati, che potranno a loro volta diventare prodotti vendibili sotto forma di servizio ai clienti o ai partner. Anche nella produzione ci sarà una significativa ricaduta della rivoluzione digitale, quella che viene comunemente chiamata Industry 4.0 e che consta essenzialmente nell’applicazione dell’Internet of things e dell’intelligenza artificiale alla fabbrica: le macchine saranno sempre più interconnesse, in grado di comunicare e cooperare, ottimizzare le operazioni, ad apprendere e migliorare in base ai risultati ottenuti.
 

Lo sviluppo che si prospetta porterà le aziende a considerare sempre più l’IT non solo come un elemento indispensabile per la propria esistenza, ma anche come una parte essenziale del proprio business, superando l’idea ancora in auge che l’IT sia un mero costo. Dagli analisti del settore è dato per scontato che un’azienda senza digitale faticherà a sopravvivere, anche se di dimensioni molto piccole. Si è anche consapevoli da diversi anni che non è più possibile gestire l’IT in maniera approssimativa, basandosi sull’improvvisazione, ma è necessario applicare i modelli di gestione e di governante sviluppati nel corso di molti anni integrando l’esperienza di numerose aziende e organizzazioni.

Il Dipartimento tecnologie innovative della SUPSI, oltre al Bachelor in Ingegneria informatica e al Master in Engineering con la specializzazione in Information and Communication Technologies, offre due percorsi di formazione continua. Il MAS IT Management and Governance, che fornisce al partecipante delle competenze necessarie per gestire l’Information technology in azienda. Le competenze spaziano dal livello tecnologico, fino alla governance dei sistemi informativi includendo anche gli aspetti di gestione della digital transformation e le tecnologie che vi stanno alla base.
Prima edizione, invece, per il MAS in Sviluppo di applicazioni Smart con Cloud, Internet of Things e Machine Learning: un percorso formativo che consente a chi opera nel settore dello sviluppo del software di essere pronto ai cambiamenti metodologici, architetturali e tecnologici portati dalla rivoluzione digitale.

Per maggiori informazioni

Prof. Roberto Mastropietro
Direttore Istituto sistemi informativi e networking
Dipartimento tecnologie innovative
SUPSI, Manno
Tel: +41 58 666 65 78 / +41 58 666 65 08
E-mail: roberto.mastropietro@supsi.ch

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch