Thymio Festival: una mattinata per parlare di robotica educativa e pensiero computazionale
08 maggio 2019
Sabato 11 maggio dalle 9:00 alle 12:00 il Liceo cantonale di Bellinzona ospita una manifestazione particolare: oltre 200 tra allievi di scuola elementare e media, insegnanti, genitori e ricercatori della SUPSI si ritroveranno a discutere di robotica educativa e pensiero computazionale durante un Thymio Festival.
Non lo faranno in teoria, ma mostrando e discutendo diverse attività progettate e sperimentate durante questo anno scolastico con il robot Thymio, nato al Politenico Federale di Losanna e ormai diffuso a livello nazionale.

La giornata dell’11 maggio fa parte del programma di lavoro del progetto Agora: Introducing People to Research in Robotics through an Extended Peer Community in Southern Switzerland, un progetto di divulgazione scientifica volto ad avvicinare gli allievi, le allieve e i loro genitori alle tecnologie digitali in modo giocoso attraverso i robot educativi, in collaborazione con i docenti e i ricercatori che di questo si occupano a livello accademico.

L’obiettivo del progetto, coordinato dalla SUPSI e dal Politecnico federale di Losanna (EPFL) e finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca Scientifica, è introdurre un grande gruppo di persone, sia adulti che bambini, nel campo della ricerca in robotica e dei metodi di indagine scientifica, attraverso un contatto diretto e continuo con ricercatori in robotica e un coinvolgimento personale attivo. Ogni allievo partecipante al progetto ha ricevuto a settembre un robot educativo Thymio, utilizzato in classe con il proprio docente e a casa con i propri genitori, che hanno potuto seguire durante l’anno delle “serate di robotica” con formatori e ricercatori.

Coordinatori del progetto sono Luca Maria Gambardella (direttore dell’Istituto Dalle Molle di studi sull’intelligenza artificiale, USI-SUPSI), Alberto Piatti (direttore del Dipartimento formazione e apprendimento della SUPSI) e Francesco Mondada (direttore del Center for learning sciences dell’EPFL).

Informazioni e contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch