Incidenti ferroviari: il fattore umano quale causa scatenante
29 settembre 2016
Orario: 16.30-18.00 Dipartimento tecnologie innovative, Sala Primavera
Analisi dei recenti incidenti ferroviari di Bad Aibling (Bayer, 2016) e di Corato (Puglia, 2016) e presentazione di una metodologia di analisi quali-quantitativa del fattore umano.

Argomento

Le recenti stragi ferroviarie di Bad Aibling e Corato, che hanno causato complessivamente 35 morti e oltre 200 feriti, hanno risvegliato l'attenzione sull'affidabilità delle normative e delle procedure di esercizio ferroviario. In particolare, le indagini svolte per l'accertamento delle dinamiche dei due incidenti hanno messo in evidenza il fattore umano quale causa scatenante.

L'interesse verso lo studio del fattore umano, scaturito agli inizi degli anni '80 dalla necessità di analizzare e gestire il rischio che può sorgere, non solo a livello di componentistica tecnica, ma anche a livello di azioni del singolo operatore, negli ultimi tempi si è diffuso anche nel settore ferroviario.

In tale ambito, benché la valutazione del fattore umano sia storicamente basata sui ritorni dell'esperienza e sul giudizio di team di esperti, e benché tale approccio sia riuscito a garantire un buon livello di affidabilità; in un'ottica di razionalizzazione dei processi si rende sempre più necessario introdurre una metodologia che garantisca la tracciabilità dell'intera procedura attuata e un'analisi quali-quantitativa del fattore umano a supporto della progettazione normativa.

Il seminario si propone di analizzare in modo sistematico i recenti incidenti occorsi e di illustrare una metodologia completa (analisi qualitativa e quantitativa) e innovativa (particolarizzazione di approcci generali al caso ferroviario) per l'analisi del fattore umano nell'ambito della progettazione normativa di sicurezza della circolazione ferroviaria.

Oratore

Matteo Maria Montini lavora presso la Divisione Infrastruttura di FFS.

Dopo aver ricoperto il ruolo di Coordinatore dei progetti AlpTransit (Unità di Sorveglianza), coordinando le verifiche tecniche dei nuovi impianti di tecnica ferroviaria del GBT e le attività di sorveglianza dell'infrastruttura, è attualmente Responsabile per l'elaborazione dei progetti e la gestione degli ordini di manutenzione della Galleria di base del San Gottardo.

Laureato con lode in Ingegneria civile ha conseguito un Master in Ingegneria strutturale e dei trasporti specializzandosi sullo studio del comportamento a lungo termine della sovrastruttura ferroviaria.

Iscrizione

L'evento è gratuito, è gradita l'iscrizione tramite il formulario online presente al seguente link.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch