Come l'Intelligenza Artificiale può cambiare lo scenario farmaceutico
09 ottobre 2019
13:30 - 17:45 - LAC Lugano Arte e Cultura
Mercoledì 9 ottobre si terrà il workshop sull'intelligenza artificiale in ambito farmaceutico. L’evento è organizzato dalla Fondazione IBSA e da Andrea Danani, Professore presso l'istituto IDSIA USI-SUPSI. Saranno presentati nuovi approcci basati sull’Intelligenza Artificiale nel processo di scoperta dei farmaci e nel riposizionamento di vecchie molecole. Inoltre sarà presentata un'ampia panoramica nel settore dell'Intelligenza Artificiale, la quale svolgerà un ruolo essenziale nel settore farmaceutico negli anni a venire.

Presentazione

L’Intelligenza Artificiale (IA) si sta espandendo sempre di più nell'ambito farmaceutico, e porterà a un cambiamento profondo nel processo d'incrementazione dei farmaci. I potenziali miglioramenti dell’applicazione di questi sistemi sono svariati, a partire dallo sviluppo della disponibilità delle molecole all’identificazione di nuovi obiettivi, senza trascurare la diminuzione dei tempi e dei costi legati alla ricerca e allo sviluppo.

Nell’ambito dell’iter di ricerca, l’Intelligenza Artificiale sostiene a predire l’efficacia e la sicurezza delle molecole, mettendo a disposizione una piattaforma chimica più ampia per selezionare quelle che risultano più performanti a scopo di test e di rilascio delle sostanze attive. In questo ambito, il ricollocamento dei farmaci è un altro settore importante nel quale si può avere un grande riscontro. Usufruendo l'immensa vastità di dati clinici e farmaceutici disponibili, gli algoritmi dell’IA permettono di indentificare farmaci che possono essere ridisposti anche in aree terapeutiche differenti da quelle per cui erano stati creati all'origine.

Inoltre, grazie all’Intelligenza Artificiale sarà meno complesso eseguire test clinici, diagnosticare malattie e fornire il trattamento più appropriato per una singolare patologia. Infatti, l'AI, non si limita alla rappresentazione dei risultati delle analisi, ma consente anche di sviluppare dati provenienti da diverse fonti, tra cui le pubblicazioni scientifiche, per diagnosticare correttamente i disturbi critici.

Alle 18:30, al termine del forum, si terrà una tavola rotonda condotta da Damiano Realini, sul tema "Un futuro più umano", con la partecipazione di Alessandro Curioni, Boas Erez e Francesco Morace.

Relatori

Juergen Schmidhuber, Istituto IDSIA USI-SUPSI

Ed Griffin, MedChemica Ltd., Biohub, Alderley Park, Macclesfield, Cheshire, Regno Unito

Gianni De Fabritiis, ICREA, Barcellona, Spagna; Universitat Pompeu Fabra, Barcellona, Spagna; Acellera, Barcelona, Spain

Sean Ekins, Collaborations Pharmaceuticals, Inc., Raleigh, Stati Uniti; UNC Eshelman School of Pharmacy, University of North Carolina at Chapel Hill, Chapel Hill, Stati Uniti

Alex Zhavoronkov, Insilico Medicine, Hong Kong; Buck Institute for Research on Aging, Novato, Stati Uniti; Biogerontology Research Foundation, Londra, Regno Unito

Alessandro Curioni, IBM Research Lab, Zurich, Switzerland; Swiss Academy of Engineering Sciences, Zurich, Switzerland

Comitato scientifico

Andrea Danani, Istituto IDSIA USI-SUPSI

Silvia Misiti, Fondazione IBSA per la ricerca scientifica, Lugano, Svizzera

Iscrizione

Sia il forum che la tavola rotonda sono aperti al pubblico previa iscrizione, avvisiamo che il Forum si terrà in lingua inglese mentre la tavola rotonda sarà in italiano. Per acquisire maggiori informazioni e per l'iscrizione vi invitiamo di visitare il sito della fondazione IBSIA.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch