Robot sentimentali e nuovi mestieri
04 gennaio 2017
Jürgen Schmidhuber, Direttore scientifico dell'Istituto Dalle Molle di studi sull'intelligenza artificiale (IDSIA) e professore all'USI e alla SUPSI, è stato recentemente intervistato da Cooperazione in merito ai robot sentimentali e ai nuovi mestieri che nasceranno grazie all'evoluzione dell'intelligenza artificiale.

L'intelligenza artificiale, detta anche Al, è la scienza che si occupa di far sì che le macchine siano in grado di risolvere sempre più problemi in modo automatico. Gli scienziati dell'Istituto IDSIA cercano di simulare le modalità di apprendimento del cervello umano con dei processi artificiali e, grazie alla facoltà di imparare, le reazioni dei robot saranno sempre più raffinate.

Questa evoluzione non deve però essere vista come una minaccia in ambito professionale in quanto, secondo Schmidhuber, l'essere umano troverà sempre nuove vie per interagire con altri esseri umani a livello lavorativo. In ogni caso, afferma il professore, è facile prevedere quali professioni non ci saranno più, ma è difficile dire quali saranno le nuove occupazioni.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch