ASLAT - Adaptive Systems for foreign Languages Teaching
Il progetto ASLAT è nato dal desiderio di esplorare le opportunità offerte dall’intelligenza artificiale applicata alla formazione.

Il problema

ASLAT ha avuto lo scopo di rinnovare il test online di lingue, somministrato ogni anno a tutti i nuovi studenti SUPSI, rendendolo adattivo, capace cioè di personalizzare la scelta delle domande adeguandola alle competenze del singolo studente.

Il progetto

Il progetto è stato ottenuto traducendo l’esperienza dei docenti in un modello matematico della conoscenza, sulla base del quale un sistema intelligente analizza in tempo reale le risposte date dallo studente, ricostruisce il suo profilo di competenze e suggerisce in modo ottimale la nuova domanda da proporgli. Questo approccio adattivo permette di stimolare gli studenti più bravi con domande adeguate al loro livello, senza per questo demoralizzare i principianti con domande troppo difficili. Inoltre, si velocizza il processo di valutazione, riducendo quindi l’impegno richiesto agli studenti.

Il risultato

Il test ASLAT ha il duplice merito di formalizzare esplicitamente la relazione tra competenze e performance adeguando le domande alle caratteristiche degli esaminandi. Questo comporta una valutazione più articolata ed efficiente delle competenze. Le simulazioni condotte per testare gli algoritmi del sistema hanno confermato la possibilità di ridurre in media del 20% il numero totale di domande senza compromettere l’accuratezza delle valutazioni.

Partner

Il progetto ha unito le competenze tecnologiche di Francesca Mangili (responsabile del progetto) e dei colleghi dell’IDSIA Alessandro Antonucci e Claudio Bonesana, a quelle di:
- Martin Saurer (docente), Traudel Sattler (docente), Jan Hardie (docente), Germana D’Alessio (responsabile) ed Elisa Rubegni (esperta di design delle interfacce) dell’allora Centro competenze lingue (CCL) del DEASS, oggi DFA;
- Loredana Addimando del Centro innovazione e ricerca sui sistemi educativi (CIRSE) per lo studio degli aspetti psicologici legati alla percezione del test da parte degli studenti.

st.wwwsupsi@supsi.ch