DRIVE
Il progetto consente di estrarre informazioni in tempo reale dai video della Città di Lugano grazie all'utilizzo di tecnologie di computer vision, analisi di immagini ed intelligenza artificiale.

Problema

Nel mondo della videosorveglianza, poter intercettare una persona o un veicolo è un'operazione che oggi richiede la visione da parte di personale specializzato dei video registrati a livello cittadino. Un'attività che spesso può durare da alcune ore a diversi giorni di lavoro.

Il progetto

Il progetto DRIVE, sviluppato presso l'Istituto sistemi informatici e networking (ISIN), raggruppa le informazioni raccolte secondo caratteristiche morfologiche e cromatiche; infine alimenta una banca dati assieme a orario, luogo, direzione e velocità.

Il punto di forza del sistema sta nella velocità di accesso alle informazioni e quindi nella velocità di intervento delle forze dell'ordine. Elaborare in tempo reale centinaia di flussi video in parallelo richiede una quantità di banda e una capacità di calcolo enorme che ne impediscono un utilizzo allargato a costi ragionevoli.

Il risultato

La disponibilità di una banca dati aggiornata in tempo reale ha permesso lo sviluppo di un motore di ricerca in grado di ritrovare informazioni in modo semplice e molto rapido.
Inoltre la presentazione grafica dei risultati permette il tracciamento delle persone o dei veicoli  con la possibilità di seguirne i movimenti all'interno dell'area coperta dalle telecamere.

Partner

Il progetto è stato realizzato in collaborazione con il Politecnico di Zurigo (ETHZ), la società Dos Group SA e la Polizia di Lugano. Inoltre sono stati coinvolti Vanni Galli e Amos Brocco, ricercatori dell'Istituto ISIN.

Il progetto, finanziato dalla CTI, si è concluso a fine 2015 e prosegue ora all'interno di un progetto Eurostar, progetto "bilaterale" che coinvolge una società Lituana specializzata nella produzione di sensori ottici. In questa fase si vorrebbe introdurre la logica di riconoscimento e classificazione all'interno della telecamera.

st.wwwsupsi@supsi.ch