DynaMat at Rete1
24 October 2012
Rete1
Sicurezza nei trasporti, monitoraggio di rischi naturali, sviluppo di tessuti e organi biocompatibili, fusione nucleare, sono tutti ambiti che necessitano di studi del comportamento dinamico dei materiali.

Un settore di ricerca applicata nel quale la SUPSI si è conquistata una reputazione internazionale grazie all'attività del Laboratorio interdipartimentale DynaMat. Aperto nel 2006, ha sede al Dipartimento Ambiente Costruzione e Design (DACD) ma è legato anche al Dipartimento Tecnologie Innovative (DTI).

I risultati raggiunti dal Laboratorio, e la rete di collaborazioni con atenei e industrie in Svizzera e all'estero, hanno permesso alla SUPSI di aggiudicarsi l'organizzazione di Dymat 2015, undicesima edizione della conferenza internazionale Mechanical and Physical Behaviour of Materials under Dynamic Loading. Il simposio si terrà per la prima volta nel nostro Paese e porterà a Lugano 400 studiosi da tutto il mondo.

Al contempo, il direttore del Laboratorio DynaMat, professor Ezio Cadoni, è stato nominato vice presidente della DYMAT Association, associazione che da trent'anni promuove questo tipo di ricerca in Europa e nel mondo. Per l'occasione, sarà lo stesso Cadoni a descriverci l'attività del laboratorio della SUPSI, attraverso progetti di ricerca conclusi o in corso.

Nella seconda parte di Scintille ritroveremo Lorenzo Leoni, direttore della Fondazione AGIRE - Agenzia per l'Innovazione Regionale, che ha in serbo per domani 25 ottobre 2012 il 'Demo day': quindici tra le più innovative imprese e start-up della Svizzera italiana si presenteranno al pubblico, nell'atrio del Palacongressi di Lugano.

st.wwwsupsi@supsi.ch