Testimonianze

Clarissa

Ho avuto la fortuna di frequentare il MAS alla sua prima edizione e inizio parlando di fortuna perché l'entusiasmo, tanto di noi alunni, come dei docenti, non è mai mancato e questo ci ha permesso di vivere due anni indubbiamente intensi. L'idea che ho sempre avuto di un Master era di un'esperienza più matura, decisamente differente da quella universitaria, in cui il confronto è sempre possibile e in cui le esperienze lavorative sono di grande valore e la verità è che il MAS Cultural Management ci ha potuto offrire tutto ciò.
Personalmente ciò di cui avevo più bisogno erano soprattutto strumenti tecnici che potessero permettermi di rendere i "sogni realtà", i progetti fattibili... conoscere non solo la "storia di", ma il "come proteggere quella storia, salvaguardarla, attualizzarla, inventarla" e, grazie alle competenze dei docenti, ai viaggi organizzati all'estero e al confronto con i colleghi...si è aperto per me un nuovo cassetto che, ne sono certa, mi aiuterà sempre.

Alba

Il MAS Cultural Management mi ha fornito tutte le competenze necessarie ad affrontare il dinamico mondo della progettazione culturale e le sfide che esso presenta. La formula a moduli concentrati nel weekend consente di conciliare studio e lavoro e, di conseguenza, di poter mettere da subito in pratica quanto appreso. Lo sguardo e l’approfondimento su realtà ed esperienze internazionali, infine, rendono la proposta formativa ancora più interessante e completa.

Luca

Ho scelto di frequentare questo MAS per avere la possibilità di rivedere e approfondire in chiave moderna aspetti e competenze legate al marketing, comunicazione e project management; inoltre per poter sviluppare le necessarie competenze e sensibilità attraverso un quadro internazionale per poter leggere il territorio locale con un'altra prospettiva e contribuire alla realizzazione di progetti culturali senza scopo di lucro.
L'esperienza avuta mi ha permesso di trovare conferme come pure di ripensare al futuro grazie a preziosi consigli e suggerimenti di docenti e tutor. Trovo inoltre molto positiva la collaborazione tra SUPSI con la fondazione Fitzcarraldo di Torino, un ente accreditato e riconosciuto a livello internazionale per qualità, professionalità e network che ha saputo arricchire gli incontri con focus, visite di studio e ospiti di spessore.

Esmeralda

Per una volta, le circostanze della vita mi hanno concesso di avere la libertà di scegliere. In quel momento, il MAS Cultural Management mi è passato davanti come un treno in corsa e l’ho afferrato al volo, iscrivendomi all’ultimissimo minuto, con il fiato corto, con slancio ed entusiasmo adolescenziale.
Vicina alla conclusione, sento di aver fatto la scelta giusta: l’interesse dei temi affrontati, l’immersione profonda e vitale nel cuore della vita artistica e culturale del nostro mondo in rapida trasformazione, l’eccellenza degli specialisti che ci hanno prodigato insegnamenti e consigli preziosi mi hanno più che ripagato degli sforzi e dei sacrifici affrontati per arrivare alla meta. “Studeo” significa amo: se segui il tuo sogno, la via della conoscenza e della crescita personale è talmente lieve e luminosa da fare dimenticare la salita.

st.wwwsupsi@supsi.ch