Fasi del Gender Mainstreaming

Il Gender Mainstreaming si compone essenzialmente di due fasi fondamentali:

  1. la determinazione, in collaborazione con la Direzione e con il personale, di obiettivi chiari e raggiungibili concernenti la parità;
  2. la determinazione di procedure facili da seguire per realizzare gli obiettivi e scegliere degli indicatori che permetteranno di valutare a scadenze regolari il raggiungimento degli stessi.

1. Obiettivi chiari, realisti e raggiungibili

Gli obiettivi di genere non devono essere imposti, bisogna concordare con i/le rappresentanti dei dipartimenti e dei servizi SUPSI sia il tipo di obiettivi da raggiungere sia il tempo necessario per concretizzarli.

Alla SUPSI si concordano gli obiettivi di genere ogni quattro anni coerentemente con il piano d'azione per le pari opportunità nelle SUP.

Gli obiettivi di genere che si possono individuare interessano principalmente cinque aspetti:

  • I corsi di laurea: la dimensione di genere può essere integrata sia nei contenuti dei corsi di laurea sia nella loro organizzazione, per esempio tenendo conto, in tutti i dipartimenti, delle esigenze delle persone con impegni familiari nella pianificazione degli orari.
  • La trasmissione del sapere, didattica: si possono fornire strategie e strumenti didattici alle docenti e ai docenti che insegnano in classi che presentano differenze legate al genere, alla cultura, all’età, alle diverse responsabilità familiari e professionali.
  • La ripartizione tra donne e uomini a livello di corsi di laurea e, per quanto concerne il personale, nelle diverse funzioni: si cerca un maggiore equilibrio nella ripartizione tra donne e uomini nei diversi settori della SUPSI.
  • La comunicazione: si possono attuare strategie di comunicazione per sensibilizzare il corpo studentesco, il personale e l’opinione pubblica alle tematiche di genere.
  • Le condizioni quadro concernenti le risorse umane: si può, per esempio, favorire le misure che facilitano la conciliazione tra gli impegni familiari e gli impegni professionali.

2. Indicatori “rivelatori”

Una volta definiti gli obiettivi inizia la fase della determinazione delle procedure da seguire per realizzarli e la scelta degli indicatori che permettono di valutarne il raggiungimento a scadenze regolari.

Per concretizzare il Gender Mainstreaming, ci si avvale di strumenti manageriali moderni come il management per obiettivi e il controlling, sempre più presenti nelle imprese e nelle amministrazioni pubbliche (New Public Management). Il controlling completa la fase di determinazione degli obiettivi in quanto permette di valutare se questi sono stati raggiunti e, in caso contrario, di proporre le adeguate correzioni dopo un’attenta analisi della situazione. 

Alla SUPSI sono stati stabiliti degli indicatori con la collaborazione del Servizio qualità SUPSI che sono verificati ogni anno e presentati nell'ambito dei rapporti annuali per la Direzione e per la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione SEFRI (che finanzia il programma di attività gender) .

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch