Insegnamento per il livello elementare


  • Dipartimento/Scuola
  • Dipartimento formazione e apprendimento
  • Responsabile del corso
  • Francesca Antonini
  • Titolo rilasciato
  • Bachelor of Arts SUPSI in Insegnamento per il livello elementare
  • Modalità didattica
  • Tempo pieno (180 ECTS su tre anni).
  • Tipo di accesso
  • Il numero di posti disponibili è limitato. È prevista una procedura di ammissione.
  • Lingua
  • Italiano
  • Tassa per la domanda di ammissione
  • Contestualmente alla presentazione della domanda di ammissione è richiesto il versamento di una tassa di CHF 100. La tassa non è rimborsabile, né deducibile dalla tassa semestrale.
  • Tassa semestrale e contributo ai costi della didattica
  • La tassa semestrale è di CHF 1'600, rispettivamente di CHF 800 per gli studenti al beneficio dell'applicazione dell'Accordo intercantonale sulle scuole universitarie professionali ASUP (nazionalità svizzera o domicilio fiscale in Svizzera o nel Liechtenstein). Contributo ai costi della didattica: CHF 80.
  • Sede
  • Locarno
  • Inizio corso
  • 31 agosto 2020
  • Termine di presentazione della domanda di ammissione
  • 17 febbraio 2020
  • Descrizione
  • Una professione a contatto con il futuro.

    Partendo dalla considerazione della scuola come luogo di formazione culturale e sociale, la professione di insegnante per il settore della scuola elementare richiede, oltre a una solida preparazione didattica e pedagogica, anche uno sguardo aperto e curioso verso il futuro, dal momento che essa pone il docente costantemente a contatto con le nuove generazioni, con le sfide e le esigenze che il loro sviluppo comporta. La formazione è pertanto incentrata fortemente sull’interazione tra teoria e pratica, con parecchi periodi di pratica professionale da svolgere nel settore scolastico prescelto e concepiti in stretta sinergia con i moduli teorici, applicativi e professionali che caratterizzano la formazione. La formazione prepara all’insegnamento nei primi 5 anni di scuola dell’obbligo, rivolto dunque ad allievi dai 6 ai 10 anni. La figura professionale di riferimento è quella del docente generalista. La funzione educativa principale consiste nella promozione dello sviluppo globale dell’allievo e nel favorire l’acquisizione di strumenti cognitivi, affettivi e sociali per la comprensione del mondo.

Obiettivi

La formazione trova il suo centro nell’interazione tra pratica professionale e moduli teorici-applicativi che mirano alla costruzione di una solida preparazione che prevede l’acquisizione e la progressiva padronanza di uno strumentario di base sul piano disciplinare, didattico ed educativo. Esso andrà naturalmente costantemente perfezionato e aggiornato, secondo il principio della formazione continua nel corso dell’intera carriera, come risposta ai continui cambiamenti sul piano socio-economico e culturale.


Competenze

La figura professionale dell’insegnante della scuola dell’obbligo richiede competenze che spaziano su molteplici dimensioni, di conseguenza le competenze di cui egli deve disporre toccano campi molto ampi: si va da competenze di natura socio-relazionale che favoriscono l’impostazione di una relazione proficua con gli allievi per agevolarne il processo di apprendimento, a competenze di natura professionale che riguardano il rapporto tra il sapere e la sua trasposizione didattica.

Requisiti di ammissione

Sono ammissibili al corso di laurea i candidati che sono in possesso, entro l’inizio dei corsi di laurea (1. settembre), di uno dei seguenti titoli:

1. Maturità liceale conseguita ai sensi della legislazione federale;

2. Maturità commerciale rilasciata dalla Scuola cantonale di commercio;

3. Maturità specializzata federale di indirizzo pedagogico.

4. Maturità professionale o specializzata federale con:

  • Attestato dell'esame complementare "Passerella scuole universitarie"
  • Attestato dell'esame complementare "Passerella SUPSI-DFA”
    per titolari di una maturità artistica di diritto cantonale, di una maturità professionale di diritto federale o cantonale, di una maturità specializzata di indirizzo sanitario-sociale oppure di un certificato di capacità professionale corrispondente a una formazione professionale riconosciuta e ottenuto dopo un minimo di 3 anni di formazione e che abbiano un’esperienza professionale di almeno 3 anni (nota: dal 2018/2019 questo corso non è più proposto).

5. Maturità professionale o specializzata (non di indirizzo pedagogico) di diritto federale o cantonale. Per questi candidati è prevista la frequenza di un corso complementare della durata di un anno accademico organizzato dal DFA, il superamento del quale permette l’accesso alla formazione Bachelor.

6. Attestato di formazione a livello di secondario II di almeno tre anni (attestato federale di capacità, certificato di scuola specializzata, maturità professionale o specializzata (non di indirizzo pedagogico) di diritto federale o cantonale) con inoltre i seguenti requisiti:

  • 30 anni di età compiuti al più tardi entro il 1 settembre precedente l’inizio della formazione;
  • comprovata esperienza lavorativa della durata di 3 anni a tempo pieno oppure con un volume equivalente ripartito sugli ultimi 7 anni (i periodi di apprendistato o di tirocinio non rientrano in questo conteggio).

7. Maturità liceale estera. Per il riconoscimento dei titoli di studio stranieri del secondario II, la Commissione di ammissione fa riferimento alle raccomandazioni della CRUS relative alla valutazione dei diplomi di studio stranieri del secondario II.

8. Diploma di Bachelor o Master conseguito presso un’alta scuola svizzera, un’università svizzera, una scuola universitaria professionale svizzera o conseguito all’estero. I possessori di un titolo universitario completo in Scienze dell’educazione o ambiti affini (pedagogia generale, pedagogia curativa clinica e educazione specializzata con orientamento in insegnamento,...) possono inoltrare, contemporaneamente alla domanda di ammissione, una domanda di riconoscimento di equivalenze per i moduli del primo anno secondo le indicazioni contenute nel documento “Procedura per il riconoscimento di equivalenze”. Se la procedura di ammissione viene superata e se tali equivalenze sono accordate, i candidati accedono direttamente al secondo anno di formazione. Le condizioni per l’ottenimento delle equivalenze sono esposte nella sezione Equivalenze.

Sono ammissibili, con riserva di verifica della padronanza della lingua italiana, i candidati che adempiono i requisiti di ammissione il cui titolo non è stato conseguito in lingua italiana. Il livello richiesto corrisponde al livello C2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (QCER). Sono riconosciuti i seguenti certificati: CILS 4, CILS-DIT C2, CELI 5, PLIDA C2, DALI C2. Per ulteriori informazioni si veda il documento "Esame complementare per la conoscenza della lingua italiana" disponibile sulla pagina di Ammissione e iscrizione.

Sono ammissibili, con riserva di verifica delle conoscenze di storia e geografia della Svizzera, i candidati con titolo liceale estero che adempiono i requisiti di ammissione. La Direzione del DFA ha la facoltà di dispensare da tale verifica i candidati che hanno svolto una parte degli studi in Svizzera e che ne fanno esplicita richiesta in forma scritta al momento dell’inoltro degli allegati relativi alla domanda di ammissione. Per ulteriori informazioni si veda il documento "Raccomandazioni per la preparazione degli esami complementari di storia e geografia della Svizzera" sulla pagina di Ammissione e iscrizione.
 

Prospettive

Insegnamento nelle scuole elementari.

 
Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch