Siglato l’accordo tra SUPSI e Esercito svizzero
31 ottobre 2012
Manno
Consentire agli ufficiali iscritti ai corsi di formazione continua della SUPSI di computare l'istruzione militare dei quadri sotto forma di crediti, questo in sintesi il contenuto dell’accordo siglato lunedì tra la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana e l’Istruzione superiore dei quadri dell’esercito (ISQ), il centro di competenza per la formazione alla condotta dell'Esercito svizzero.

A rappresentare l’ISQ erano presenti a Manno il Divisionario Daniel Roubaty (comandante ISQ), il Colonnello SMG Michael Arnold (capo del progetto “Riconoscimento”) e il Colonnello SMG Francesco Piffaretti (capo di SM regione territoriale 3) accolti alla SUPSI da Monica Duca Widmer, membro del Consiglio SUPSI e dal Direttore della scuola universitaria, Franco Gervasoni.

La cooperazione instaurata con questo accordo consente ai quadri militari che frequentano un ciclo di studio di perfezionamento alla SUPSI di valorizzare le esperienze formative pregresse grazie al parziale riconoscimento della formazione seguita durante l’istruzione militare di base e l’avanzamento in ambito militare.

Per la SUPSI, leader in Ticino nell’erogazione di corsi di formazione continua con un’offerta superiore ai 400 corsi annuali, questo accordo rappresenta un’ulteriore importante collaborazione che si aggiunge agli oltre 200 accordi di partnership stabiliti con partner cantonali, nazionali ed internazionali.

L’accordo firmato permetterà così ai due partner di strutturare congiuntamente le rispettive offerte di perfezionamento in maniera ancora più attrattiva e competitiva, con il riconoscimento di contenuti didattici complementari e interattivi, contribuendo in tal modo a sviluppare ulteriormente la formazione continua nella Svizzera italiana.

 

Image
Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch