La SUPSI a favore della mobilità sostenibile dei propri collaboratori
11 giugno 2013
Manno
Per favorire la mobilità sostenibile aziendale, contenendo l’utilizzo delle autovetture, la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) si è dotata di 16 biciclette elettriche (eBike) a disposizione dei propri docenti e collaboratori per gli spostamenti professionali tra una sede e l’altra.

La bicicletta elettrica è infatti un ottimo mezzo di trasporto particolarmente indicato per brevi tragitti quotidiani come quelli che spesso i collaboratori e le collaboratrici della SUPSI sono chiamati a fare per spostarsi da una sede all’altra. Innegabili i benefici che le eBike possono dare a livello ambientale - nessuna emissione di sostanze inquinanti, minor degrado del paesaggio - e numerosi anche gli effetti positivi che l’acquisto di queste biciclette avrà sul personale della SUPSI: rapidità ed efficienza negli spostamenti, meno stress nei tragitti fortemente trafficati e, non da ultimo, il contributo ad una miglior salute e forma fisica! Da notare anche il risparmio finanziario: una eBike consuma l’equivalente energetico di un decilitro di benzina per 100 km.

Questo progetto viene a completare le altre iniziative a favore della mobilità sostenibile aziendale che la SUPSI da anni promuove presso collaboratori e studenti quali il sostegno all’acquisto di un abbonamento Arcobaleno o la promozione del programma Liberalauto per incentivare la condivisione dell’auto.

Un aspetto quindi, quello della mobilità sostenibile, al quale la SUPSI è sensibile e che sarà uno dei capisaldi dei futuri tre campus della scuola la cui realizzazione verrà decisa dal Governo e dal Parlamento entro la fine del 2013. Una strategia logistica quella della SUPSI, basata sul concetto di campus diffuso che prevede l’ubicazione delle sedi dei diversi dipartimenti della SUPSI sull’asse ferroviario, in prossimità delle principali stazioni ferroviarie del Cantone. Un campus direttamente sulla ferrovia, consente infatti il pieno utilizzo dei mezzi pubblici e garantisce una raggiungibilità facilitata da nord e da sud.

L’utilizzo delle nuove eBike messe in circolazione verrà monitorato nel corso dei prossimi mesi dal Servizio sport della SUPSI che valuterà l’efficacia di questa iniziativa.

Image
Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch