Domande frequenti

La Direzione della SUPSI è in costante contatto con le autorità federali e cantonali, nonché con swissuniversities e la comunità accademica nazionale e internazionale, per seguire con attenzione l’evolversi della situazione e le raccomandazioni emesse. Internamente è stata istituita una task force che ha messo in atto le seguenti misure:

  • Creazione di una pagina web dedicata alle disposizioni indirizzate alla comunità SUPSI e agli aggiornamenti emanati dalle autorità federali e cantonali.
  • Messa a disposizione di disinfettanti e cestini chiusi in tutte le sedi.
  • Affissione di locandine informative sulle regole di igiene in tutte le sedi.
  • Fruizione digitale delle lezioni, resa possibile grazie ad un apposito gruppo di lavoro.
  • Invito al telelavoro per tutte le collaboratrici e i collaboratori.
  • Annullamento di tutti gli eventi pubblici e privati con presenza di pubblico.

Nonostante il telelavoro e lo svolgimento a distanza delle lezioni, lo sforzo comune di tutti nel proprio quotidiano dev’essere orientato a seguire le regole e le disposizioni di igiene: un contributo fondamentale per ridurre il rischio di contagio!
Le indicazioni principali prevedono:

  • Lavarsi regolarmente e accuratamente le mani.
  • Non toccarsi bocca, naso, occhi con le mani.
  • Tossire o starnutire in un fazzoletto o nella piega del gomito (dopo aver usato un fazzoletto, gettarlo in un cestino chiuso).
  • Evitare gli spostamenti non necessari.
  • Rispettare le distanze sociali ed evitare gli assembramenti di persone.
  • Rinunciare alle strette di mano, ai baci e agli abbracci di saluto.
  • Arieggiare spesso i locali.
  • In caso di sintomi influenzali rimanere a casa.
  • Seguire le raccomandazioni della autorità relative ad auto-isolamento e auto-quarantena.

No, l’accesso alle sedi per studentesse e studenti è vietato fino al 19 aprile 2020.
 

  • Per le studentesse / studenti: In caso di impossibilità a seguire le lezioni a distanza a causa di malattia, le studentesse e gli studenti sono pregati di contattare la segreteria del proprio Dipartimento, riferimento anche per tutte le domande relative allo svolgimento delle attività didattiche.
  • Per le collaboratrici / collaboratori: Per i collaboratori e le collaboratrici che, a causa di sintomi influenzali, sono impossibilitati a svolgere la loro attività lavorativa, valgono le disposizioni vigenti del Regolamento del personale (art. 52) e nel Contratto collettivo di lavoro SUPSI. Tuttavia, a seguito delle raccomandazioni emanate il 6 marzo 2020 dal Consiglio federale, per evitare di sovraccaricare le istituzioni sanitarie il certificato medico viene richiesto a partire dal quinto giorno di malattia (deroga fino a nuovo avviso).

Tutti i viaggi di studio e le trasferte didattiche all’estero sono annullati fino al 30 aprile 2020.
In linea con le raccomandazioni dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), la SUPSI invita le collaboratrici e i collaboratori a limitare al massimo gli spostamenti e a rinunciare ai viaggi all’estero se non per questioni urgenti. In quasi tutte le regioni del mondo, infatti, vi è il rischio di contagio da nuovo coronavirus. Molti Paesi hanno chiuso le frontiere o adottato altri provvedimenti. I voli sono soppressi. I viaggi internazionali non sono praticamente più possibili. Maggiori informazioni per i viaggiatori sono disponibili alla seguente pagina.

Fino al 30 aprile non vengono più attivate partenze di mobilità OUT, in particolare legate a potenziali quarantene e/o isolamenti all'arrivo nei paesi ospitanti.
Gli studenti che desiderano rientrare in Svizzera e seguire le lezioni online delle università ospitanti possono farlo. La borsa di studio in questo caso viene garantita.

Come da disposizioni federali, sono annullati fino a nuovo avviso tutti gli eventi pubblici e privati in presenza di pubblico.

st.wwwsupsi@supsi.ch