Aspetti pedagogici nella cura oncologica del giovane
19 giugno 2019
Ore 09.00-16.30, Stabile Suglio, Manno
Quando la scuola si avvicina al mondo dell’ospedale, superando stereotipi e preconcetti, comunica l’importanza di costruire insieme una società capace di integrare le diversità e crea situazioni nelle quali una difficoltà come quella della malattia diventa risorsa e occasione di crescita (Jankovic 2015).
Aspetti pedagogici nella cura oncologica del giovane

Presentazione

La malattia oncologica colpisce, ancora oggi in Svizzera, circa 200 bambini. In Ticino si contano circa 10 casi all’anno.
La malattia si inserisce bruscamente nel percorso evolutivo del giovane.
I trattamenti intensivi, l’incertezza prognostica e la complessità insita nella fase evolutiva del giovane paziente, costituiscono un percorso di cura impegnativo che oltre a non terminare con la fine delle cure, coinvolge diversi attori tra i quali educatori e docenti attivi negli istituiti scolastici o negli ospedali.

Programma

La malattia entra in classe

9.00-9.20 Introduzione
Gabriella Bianchi Micheli

9.20-9.40 Testimonianza

9.40-10.10 Modalità e strategie d’intervento negli istituti scolastici del Canton Ticino
Linda Giudicetti

10.10-10.30 Pausa

10.30-10.50 Testimonianza

10.50-11.20 Tra malattia, famiglia e scuola: curanti funamboli
Dr. Med. Pierluigi Brazzola

11.20-12.10 Tavola Rotonda
Moderatore: Gabriella Bianchi Micheli
 

La scuola entra in ospedale

13.30-13.40 Introduzione
Ilaria Bernardi Zucca

13.40-14.10 La scuola in ospedale
Flavia Tarquini

14.10-15.10 Com’è mutata nel tempo la considerazione della malattia in famiglia, nel processo educativo ospedaliero ed extra-ospedaliero
Moncilo Jankovic

15.10-15.30 Pausa

15.30-16.10 Come possiamo affrontare con gli adolescenti e i giovani ammalati i temi delle perdite e della finitudine? 
Federico Pellegatta

16.10-16.30 Discussione in plenaria sulle sfide future e conclusione

Relatori

  • Gabriella Bianchi Micheli, psicologa e psicoterapeuta FSP.
  • Pierluigi Brazzola, dr. med., caposervizio Pediatria; responsabile del Servizio di emato-oncologia, ORBV Bellinzona.
  • Linda Giudicetti, psicologa e psicoterapeuta FSP.
  • Moncilo Jankovic, dr. med., responsabile Unità Semplice Day-Hospital Ematologia Pediatrica, Ospedale San Gerardo, Monza.
  • Federico Pellegatta, coordinatore infermieristico Casa Sollievo Bimbi – Associazione VIDAS, Milano.
  • Flavia Tarquini, docente, Ospedale San Gerardo, Monza.

Iscrizioni

Entro il 7 giugno 2019 compilando il form online

La tassa di iscrizione ammonta a CHF 100.–.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch