Nuovo filtro catalitico più compatto ed efficiente
15 dicembre 2016
Il Laboratorio di materiali ibridi (HM) del Dipartimento tecnologie innovative SUPSI, in collaborazione con il laboratorio Automotive Powertrain Technologies dell’EMPA e due aziende rossocrociate hanno sviluppato un nuovo filtro catalitico per auto, più compatto della versione attualmente impiegata, che consente una riduzione delle emissioni allo scarico. Si tratta di una struttura ceramica cellulare realizzata con tecniche di stampa tridimensionale.
Image

Questa tecnologia d’avanguardia, sviluppata dal Laboratorio HM per i materiali ceramici, rappresenta un’eccellenza nazionale ed internazionale. Solo con essa infatti è possibile realizzare queste intricate strutture che consentono una maggiore efficienza nell’assorbimento di sostanze inquinanti.

Le aziende Partner sono la EngiCer SA di Balerna e la Hugh Engineering di Elsau. Al progetto partecipano per SUPSI Giovanni Bianchi (ricercatore), Oscar Santoliquido (studente MASTER-MSE part-time) ed il professor Alberto Ortona, Responsabile del laboratorio HM.

Le attività di ricerca si sviluppano nell’ambito di due progetti di ricerca finanziati dal Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica e dall’Ufficio Federale dell’Ambiente. Quest’ultimo ha redatto un articolo che parla approfonditamente della ricerca (pagg 53-56).

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch