Rete Uno intervista Tiziano Leidi per il lancio dell'App "Rete Tre GO"
07 agosto 2018
Il responsabile dell'Istituto sistemi informativi e networking della SUPSI Tiziano Leidi e Paolo Guglielmoni (RSI) sono stati intervistati da Rete Uno per spiegare il concetto e la nascita della nuova applicazione nata grazie alla collaborazione tra RSI e il Dipartimento tecnologie innovative della SUPSI.
Image

Quali sono le caratteristiche del gioco?

"È un modo di raccontare la storia di questi 30 anni di Rete Tre perchè puntando il telefonino si vanno a catturare i 15 personaggi che hanno fatto la storia di questa radio.
Si va dai Frontaliers, Gli Annovazzi, Signora Mario, il Poliziotto Gianinella ecc.
Questa è anche un'opportunità per i giovani per conoscere quelli che sono stati i cavalli di battaglia della nostra radio" ha risposto Paolo Guglielmoni.

Come è nata l'idea di creare questo gioco?

"L'idea di questo gioco è nata per caso, ci siamo incontrati per altri motivi con una società ticinese chiamata 'Stelex Software' che da anni si occupa di sviluppo di software e videogiochi che nell'occasione ci ha parlato di questa possibilità di voler collaborare con Rete Tre per sviluppare un piccolo gioco." ha risposto Tiziano Leidi, Direttore dell'Istituto sistemi informativi e networking del Dipartimento tecnologie innovative della SUPSI.

"Da qui la decisione di sviluppare qualcosa nel progetto di tesi di una studentessa, che inizialmente aveva un'ambizione molto più limitata rispetto a quella che è la realizzazione attuale e questo ha portato quindi ad un prolungamento dei tempi di ben un anno." ha spiegato Leidi.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch