Abilità Sociali e Sindrome di Asperger: Lavorare si può
Il progetto "Abilità Sociali e Sindrome di Asperger: Lavorare si può", sostenuto dalla Catena della Solidarietà, nasce da una collaborazione tra l’Accademia Teatro Dimitri e la Fondazione ARES (Fondazione Autismo Risorse e Sviluppo).

L’idea di base è quella di costruire un percorso formativo che utilizzi i mezzi del teatro per aiutare giovani con sindrome di Asperger a sviluppare, in termini di consapevolezza e di applicazione nel quotidiano, le competenze relazionali essenziali per integrarsi adeguatamente nel mondo del lavoro. Tra le caratteristiche della sindrome di Asperger ci sono in effetti proprio quelle difficoltà nell’interazione sociale e quegli schemi inusuali di comportamento che rischiano di ostacolare gravemente le relazioni professionali, anche nel caso in cui una persona abbia straordinarie competenze specifiche per il proprio mestiere (del resto non mancano per nulla i casi: lo mostrano esempi famosi come quelli di Alan Turing o di Temple Grandin, o più recentemente della giovanissima attivista svedese Greta Thunberg). Il progetto si struttura quindi attorno a un percorso di venti incontri, tra laboratori teatrali e momenti di approfondimento teorico, destinati a un gruppo di dodici partecipanti desiderosi di migliorare le proprie abilità comunicative e sociali.

» Intervista al Prof. Demis Quadri, responsabile del progetto

Image
st.wwwsupsi@supsi.ch