Polo tecnologico dell'aviazione della Riviera
L’idea per la creazione di un polo dell’aviazione nasce già agli inizi del 2006 a seguito della decisione da parte dell’Aeronautica Militare Svizzera di rinunciare all’aerodromo militare di Lodrino e la conseguente intenzione della Confederazione di dismetterne le infrastrutture. L’intenzione era quella di creare un polo composto da aziende fra loro complementari, che sviluppassero competenze sull’intero ciclo di vita dei sistemi aeronautici e che offrissero prodotti e servizi d’eccellenza, così come la creazione di nuovi posti di lavoro e di formazione, grazie anche all’insediamento di nuove attività, in un campo tecnologicamente all’avanguardia.

L’idea viene elaborata e affinata nel corso degli anni, dove si è cercato un ampio consenso, anche di tipo politico, attorno alla possibile creazione di un polo tecnologico dell’aviazione nella Riviera. Per questo motivo, nel luglio del 2014, il Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE), in collaborazione con il Municipio di Lodrino e l’Ente Regionale per lo Sviluppo Bellinzonese e Valli, ha conferito al Centro competenze inno3 del DEASS un mandato atto a valutare l’opportunità, la fattibilità e la sostenibilità di un polo tecnologico dell’aviazione nella Riviera, parte integrante di un potenziale cluster cantonale nel settore aerospaziale.

» Intervista ad Andrea Huber, docente-ricercatore del Centro competenze inno3, responsabile del progetto

Image
st.wwwsupsi@supsi.ch