Tappe di sviluppo

1852
Per iniziativa di Carlo Cattaneo, il Cantone Ticino apre a Lugano il Liceo cantonale, con corsi superiori di meccanica e architettura.

1856
I corsi superiori di meccanica e architettura sono abbandonati a seguito dell'apertura del Politecnico federale di Zurigo.

1856-1950
Si susseguono in Ticino, con alterne fortune, per iniziativa del Cantone e di privati, scuole professionali comprensive di corsi superiori, segnatamente in ambito tecnico.

1915
Apre a Lugano la Scuola cantonale dei capimastri, che spicca per consistenza e continuità fra le iniziative sopra citate.

1950
La Scuola dei capimastri diventa Scuola tecnica superiore (STS).

1963
La STS rilascia i primi diplomi di architetto e di ingegnere civile riconosciuti dalla Confederazione.

1976
Nasce a Verscio per iniziativa di privati la Scuola Teatro Dimitri.

1985
Il Cantone Ticino istituisce a Lugano, come ciclo terziario presso il Centro scolastico per l'industria artistica (CSIA), la Scuola superiore di arti applicate (SSAA).
Nasce a Lugano per iniziativa di privati l'Accademia di musica, che diventerà in seguito Conservatorio della Svizzera italiana.

1986
La STS inizia a formare ingegneri anche in informatica e in elettronica.

1987
Il Cantone Ticino istituisce, come ciclo terziario successivo alle scuole di commercio, la Scuola superiore per i quadri dell'economia e dell'amministrazione (SSQEA).

1988
Nasce a Lugano per iniziativa di privati l'Istituto Dalle Molle di studi sull'intelligenza artificiale (IDSIA).

1992
Nasce a Manno per iniziativa mista pubblico-privata l'Istituto di Computer Integrated Manufacturing della Svizzera italiana (ICIMSI), per la ricerca applicata di sostegno all'industria.

1993
Creazione della Sezione di elettronica STS, con sede a Manno, nell'edificio che già ospitava il CSCS. Trasferimento della Sezione di informatica da Trevano a Manno.

1995
Le Scuole universitarie professionali (SUP) sono previste sul modello delle Fachhochschulen tedesche da una nuova apposita legge federale, che stabilisce a quali condizioni le attività di formazione terziaria e di ricerca applicata (da integrare regionalmente in apposite istituzioni pluridisciplinari di adeguate dimensioni) possano essere riconosciute come SUP.

1995-1997
Il Cantone Ticino pone le basi legislative sia per la Scuola Universitaria Professionale della Svizzera italiana (SUPSI), di diritto federale, sia per l'Università della Svizzera italiana (USI), di diritto cantonale, imponendo una stretta cooperazione tra le due istituzioni.

1997
È costituita la SUPSI: integrando STS, SSQEA e SSAA e articolandosi su quattro dipartimenti (Costruzioni e territorio, Informatica ed elettronica, Arte applicata, Economia aziendale) inizia a Lugano e a Manno i propri corsi, provvisoriamente riconosciuti dalla Confederazione. Essa integra pure l'ICIMSI, l'Istituto cantonale tecnico sperimentale (ICTS) e l'Ufficio cantonale di geologia e idrologia, da poco diventato Istituto di Scienze della Terra (IST).

1998
La Scuola superiore di lavoro sociale, da poco istituita dal Cantone Ticino, è integrata nella SUPSI come quinto dipartimento.

1999
L'IDSIA è integrato nella SUPSI. Un accordo tra USI e SUPSI riconosce l'IDSIA istituto comune alle due istituzioni.

2000
Primi diplomi rilasciati dalla SUPSI in architettura, ingegneria civile, informatica, elettronica, architettura d'interni, comunicazione visiva, conservazione e restauro, economia aziendale e lavoro sociale.

2001
Il Premio dell'Economia Ticinese per i migliori diplomati SUPSI è istituito da Camera di commercio dell'industria e dell'artigianato del Cantone Ticino, Associazione industrie ticinesi, Associazione bancaria ticinese e Società svizzera impresari costruttori Sezione Ticino.

2003
Al termine di una peer review internazionale la SUPSI consegue il riconoscimento federale a tempo indeterminato.
La SUPSI si ristruttura in tre dipartimenti (Ambiente costruzioni e design, Scienze aziendali e sociali, Tecnologie innovative) comprensivi degli istituti di ricerca precedentemente autonomi.

2004
La SUPSI integra la Fernfachhochshule Schweiz (FFHS), SUP d'insegnamento a distanza riconosciuta dalla Confederazione, con sede principale a Briga (Vallese) e centri di formazione a Basilea, Berna e Zurigo.

2005
Alla SUPSI e nelle altre SUP svizzere iniziano i corsi di laurea triennali (Bachelor) conformi agli standard universitari europei definiti dalla Dichiarazione di Bologna, in sostituzione dei cicli triennali di diploma.
La Confederazione subentra ai Cantoni nella competenza per le formazioni universitarie in campo artistico e sanitario.
La SUPSI è il primo ente nella Svizzera italiana ad assumere il ruolo di leading house in un progetto di ricerca dell'Unione Europea.

2006
La SUPSI integra con lo statuto di scuole associate (analogamente alla FFHS) la Scuola Teatro Dimitri e il Conservatorio della Svizzera italiana, che nel frattempo hanno ottenuto il riconoscimento intercantonale di scuole universitarie.
Iniziano i corsi del nuovo Dipartimento sanità della SUPSI per la formazione in cure infermieristiche, fisioterapia ed ergoterapia.
I Master di perfezionamento per professionisti, offerti sin dalla creazione della SUPSI, assumono la forma di Master of Advanced Studies (MAS) di 60 crediti secondo l'ordinamento federale.
Il Consiglio della SUPSI decide di riconoscere il 1950 come anno di fondazione, per la continuità di scopi e contenuti tra STS e SUPSI.

2007
Inizio alla SUPSI del primo corso di laurea magistrale (Master di 90-120 crediti (MA) secondo la Dichiarazione di Bologna) in Informatica applicata, in collaborazione con l'USI.
Affiliazione della Phsyiotherapie Graubünden (Landquart, Cantone Grigioni) al Bachelor in Fisioterapia del Dipartimento sanità.

2008
La SUPSI rilascia i primi Bachelor of Science (BSc) e Bacherlor of Arts (BA) in diciotto diversi corsi di laurea e avvia altri corsi di laurea magistrale (MA).

2009
L’Alta scuola pedagogica di Locarno viene integrata nella SUPSI, dando origine al quinto dipartimento (Dipartimento formazione e apprendimento).

2014
Il 1° ottobre 2014 il Dipartimento sanità (DSAN) e il Dipartimento scienze aziendali e sociali (DSAS) si sono uniti diventando il Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale (DEASS).

st.wwwsupsi@supsi.ch