New search



Intégration des Assembleur, Linker et Debugger pour le chip MacGic DXLVII

Acronym MacGic DXLVII

Abstract Il progetto ha diversi obiettivi tra i quali: - l?integrazione del linguaggio Assembler, Liker e Debugger per il chip MacGic DXLVII; - l?integrazione dei componenti di una libreria di algoritmi: analisi della fattibilità semiautomatica e la sua realizzazione; - l?adattamento del System Designer per la piattaforma Linux; - la separazione del System Designer in una versione di base (accademica) ed una commerciale (specialistica). Il linguaggio Assembler è il linguaggio base dei microprocessori. Esso legge i codici sorgente da un file di testo e lo trasforma in linguaggio macchina eseguibile. Il linguaggio macchina eseguibile è una sequenza di numeri, che corrispondono alle istruzioni e agli argomenti, che di solito vengono visualizzati in esadecimale. Ad ogni istruzione assembler corrisponde un codice esadecimale di istruzione. Il rapporto tra il codice assembler e quello binario è generalmente 1:1. Un esempio di istruzione in linguaggio assembler, è il seguente: add $1,$2,$3. I valori numerici memorizzati nei registri $2 ed $3 vengono sommati e memorizzati nel registro $1. Ogni famiglia di processori (CPU) ha il proprio linguaggio assembler e di conseguenza il proprio linguaggio macchina (codice binario). Generalmente i programmi scritti direttamente in assembler dal programmatore venivano eseguiti più rapidamente di quelli scritti in un linguaggio ad alto livello. I programmi scritti in assembler potevano essere più compatti rispetto all'assembler prodotto da un compilatore, ma questo era vero solo fino allo scadere degli anni '80. Il plug-in è invece un modulo aggiuntivo di un programma, utilizzato per aumentarne le funzioni, esempi sono: il plug-in di un browser; filtri plug-in per Photoshop. Un Linker e' un programma che permette di creare un programma univoco a partire da una o piu' parti pre-compilate del programma stesso. I compilatori e gli assembler offrono la possibilita' (gli assembler non sempre, ma spesso) di non allocare in maniera assoluta le variabili e il codice, cioe' di non definirne imediatamente l'indirizzo preciso: questo permette poi ad un programma linker di assegnare gli indirizzi delle variabili e del codice valutando al meglio l'utilizzo delle risorse del microcontroller.

SUPSI Organisations Involved Institute for Mechanical Engineering and Materials Technology
Department of Innovative Technologies

People involved Giovanni Valenzuela, Marco Colla

Managers Tiziano Leidi

Date of Project Start 1 September 2005

Date of Project Completion 1 December 2006

 
st.wwwsupsi@supsi.ch