Eventi e comunicazioni
Costruire in bambù: la nuova sfida per tredici studenti del Dipartimento ambiente costruzioni e design SUPSI
27 marzo 2017
SUPSI, Dipartimento ambiente costruzioni e design / Hawassa (Etiopia)
Tredici studenti del Dipartimento ambiente costruzioni e design della SUPSI sono impegnati in un Workshop che li porterà ad Hawassa, nella Regione delle Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud, in Etiopia. Il gruppo è composto da dieci studenti di Architettura e da tre studenti di Ingegneria civile; i partecipanti saranno accompagnati da una docente e da un’assistente del Corso di laurea. L’obiettivo è il risanamento di un edificio, adibito a scuola dell’infanzia, costruendo una nuova copertura in bambù.

Il Workshop Africa è un corso opzionale del sesto semestre previsto all’interno dell’offerta formativa del Corso di laurea in Architettura. Dopo le prime positive esperienze del 2014 e del 2016, che hanno visto gli studenti impegnati con costruzioni in terra cruda, quest’anno il Workshop viene riproposto e prevede la progettazione e la realizzazione di una struttura in bambù, che sostituirà una struttura esistente, anch’essa in bambù, danneggiata dalle intemperie.

Vista l’ottima esperienza della scorsa edizione, al Workshop sono stati ammessi tre studenti del sesto semestre del Corso di laurea in Ingegneria civile SUPSI. Inoltre il progetto prevede il coinvolgimento di alcuni studenti dell’Università di architettura di Hawassa, al fine di condividere nuove tecniche costruttive e poter dar luogo a un dialogo proficuo atto a favorire lo scambio di competenze sulla costruzione degli edifici in bambù.

Il Workshop è suddiviso in due fasi: la prima è la più lunga. Durante i tre mesi che anticipano la partenza sono previsti degli incontri settimanali dove sono valutate le varie opzioni di realizzazione, vengono stilate le tempistiche d’intervento, si sviluppano dei prototipi in scala e si definisce la struttura, tutto ciò in linea con le tecniche costruttive autoctone.
Un’ulteriore difficoltà è data dalla presenza della struttura muraria esistente, alla quale la nuova copertura si dovrà raccordare. Inoltre, rispetto alle seguenti edizioni dove i mattoni in terra cruda potevano essere prodotti con poco anticipo, il taglio e il trattamento del bambù, che avviene seguendo le fasi lunari, dovrà iniziare con largo anticipo; viene quindi chiesto uno sforzo supplementare agli studenti nella definizione dei quantitativi di materiale e nello studio dei dettagli costruttivi. Negli scorsi giorni gli studenti si sono confrontati con la costruzione, in laboratorio, del prototipo della struttura portante in bambù, al fine di verificarne la fattibilità. In questa fase gli studenti sono supportati, oltre che dalla responsabile del progetto, anche da alcuni docenti del DACD, soprattutto per quanto riguarda la parte statica e costruttiva.
La seconda fase ha luogo invece ad Hawassa, con la trasferta dei ragazzi e la loro partecipazione attiva alla messa in opera del progetto. In questa occasione unica si troveranno confrontati direttamente con quanto progettato e gli imprevisti del cantiere.
Alla parte pratica si alterneranno una sezione teorica sulle tecniche costruttive e diverse visite ad alcune tipologie abitative tradizionali, oltre che la visita a Lalibela, famosa per le sue chiese monolitiche. Come per le scorse edizioni, saranno accompagnati dall’architetto Lorenzo Fontana, genovese d’origine che da diversi anni vive in Etiopia.

Partecipanti del Workshop Etiopia
Paola Canonica, architetto e docente-ricercatrice SUPSI, Annalisa Traversa, architetto SUPSI, assistente del Corso di laurea in Architettura, gli studenti Pietro Canepa. Elena Canosci, Gianmarco Maina, Silvia Mauri, Simone Molinari, Veronica Napolitano, Manuel Negri, Noemi Benedetta Pedrazzini, Nicola Ramonda, e Isabella Sala e gli studenti del Corso di laurea in Ingegneria civile Michele Albertini, Irene Blaschitz ed Elia Brusadelli.

Tempistiche: Progettazione: 13 febbraio 2017 – 5 aprile 2017
Entro fine marzo è previsto l’invio del progetto definitivo in Etiopia, al fine di poter completare la preparazione del materiale necessario alla realizzazione dell’edificio. Il progetto comprende i piani esecutivi, un programma lavori e un computo metrico dettagliato di tutti i materiali e utensili necessari. Sul posto i lavori di taglio e di trattamento di una parte dei culmi in bambù inizieranno a breve, essendo il taglio dipendente dalle fasi lunari, mentre il trattamento delle parti tagliate ed eventualmente divise necessita alcune settimane.

Soggiorno in Etiopia: 8 – 22 aprile 2017
Gli studenti soggiorneranno per dodici giorni in città, durante i quali si cimenteranno con la costruzione della copertura. Durante il soggiorno ad Hawassa è prevista una visita al Parco nazionale di Abijatta-Shalla, nei pressi del lago Langano. Al rientro è in previsione la visita a Lalibela, città ubicata a 2.600 metri di quota, celebre per le sue undici chiese monolitiche scavate nella roccia.

Maggiori informazioni
Paola Canonica
T +41 (0)58 666 62 83
paola.canonica@supsi.ch
 

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch