Revisione della Legge per l'innovazione economica

Finanziatore

Cantone Ticino, Dipartimento delle Finanze e dell'Economia, Ufficio per lo sviluppo economico

Il problema

I lavori di revisione della Legge per l’innovazione economica (L-Inn) sono la naturale conseguenza del percorso intrapreso dal Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE) del Canton Ticino nel mese di ottobre del 2010, mese in cui ha preso avvio lo studio di valutazione ex-post della legge stessa. Il contesto socioeconomico, tecnologico e territoriale/istituzionale è infatti considerevolmente mutato rispetto al 1997, anno in cui è entrata in vigore la L-Inn. Lo studio di valutazione ex-post ha inoltre messo in evidenza alcune criticità. Diventa quindi importante disporre di uno strumento legislativo aggiornato al fine di meglio rispondere alle sfide attuali. Il DFE, per il tramite dello sviluppo economico, ha conferito al Centro competenze inno3 un mandato per l'accompagnamento scientifico dei lavori di revisione della L-Inn.

Il progetto

L’accompagnamento scientifico è stato condotto prevalentemente attraverso il metodo dei workshop. Nello specifico, sono stati utilizzati strumenti e tecniche di risoluzione di problemi complessi, multidimensionali, multi-attori e multi-interessi. In ogni sessione di lavoro si è lavorato su una specifica tematica, seguendo un approccio logico-concettuale e sequenziale adatto alla definizione di una nuova legge. Si è pertanto iniziato il percorso lavorando sugli aspetti concettuali, per poi entrare, nel prosieguo delle attività, nei vari elementi caratterizzanti una legge.

Il risultato

I lavori in workshop hanno permesso di proporre una nuova impostazione generale della legge tenuto conto dell’evoluzione dei concetti di innovazione e imprenditorialità, di aggiornare e rivedere le misure di promozione e sostegno dell’innovazione e dell’imprenditorialità, coerentemente con gli indirizzi di sviluppo economico del Cantone e con gli indirizzi della politica regionale, di aggiornare e rivedere i beneficiari della legge, così come la struttura di governance responsabile dell’attuazione della nuova legge. I risultati ottenuti serviranno per l’elaborazione di una proposta per una nuova politica dell’innovazione da sottoporre al Parlamento.

Contatti

 

st.wwwsupsi@supsi.ch