Attività didattiche - Insegnamento
I docenti SUPSI possono postulare per una borsa di mobilità per insegnamento per trascorrere un periodo della durata compresa da 2 giorni fino ad un massimo di 2 mesi presso un istituto di istruzione superiore che partecipa al programma Erasmus+.

Le condizioni minime sono:

  • Accordo con un partner europeo partecipante al programma Erasmus+
  • Minimo 8 ore di insegnamento a settimana
  • Minimo due giorni di mobilità, esclusi i giorni di viaggio
  • Durante la mobilità, soggiorno nel paese ospitante (non è possibile fare il pendolare tra le due nazioni confinanti)

Non sono finanziabili mobilità all’interno del proprio paese di residenza.
Qualora un collaboratore SUPSI venisse pagato per la sua attività dall'università partner, la sua attività non sarebbe più di mobilità ma quella di relatore esterno e per questo non potrà ricevere una borsa SEMP.

Per l’anno accademico 2018/2019, il periodo entro cui svolgere una mobilità va dal 1.6.2018 al 30.9.2019.

Per l'anno accademico successivo 2019/2020,  il periodo entro cui svolgere una mobilità va dal 1.6.2019 al 30.9.2020.

 

Per permettere al maggior numero dei suoi collaboratori di poter svolgere una mobilità finanziata, SUPSI  finanzia di regola, previo accordo con il proprio superiore e secondo il numero di borse a disposizione, un massimo di 15 giorni di mobilità a persona. Per casi particolari si prega di contattare il proprio coordinatore mobilità dipartimentale.

Come candidarsi

Bando di concorso
Nel mese di dicembre viene aperto il bando di concorso per le mobilità previste per l’anno accademico successivo. I coordinatori mobilità si occupano di fornire tutte le informazioni relative all’iter e al programma SEMP prima del termine di candidatura.
Il collaboratore che desidera annunciarsi per un periodo di mobilità lo comunica al coordinatore mobilità del proprio dipartimento o area di attività entro la data stabilita.

Le comunicazioni ed eventuali formulari già compilati vengono consegnati all’International Office che si occupa di fare la richiesta delle borse di mobilità.

Comunicazione borse disponibili
Nel mese di giugno viene comunicato dall'agenzia nazionale Movetia il numero di borse disponibili: le persone che si sono annunciate vengono contattate per compilare, qualora non lo avessero già fatto, il formulario di candidatura, in modo che le borse possano essere attribuite.
Durante l’estate viene data la conferma dell’attribuzione della borsa (numero di giorni finanziati).
Qualora le borse ricevute dall’agenzia nazionale Movetia non fossero sufficienti, verrà data priorità alle persone che non hanno mai svolto una mobilità. Inoltre si cercherà di suddividere il totale dei giorni a disposizione secondo il contratto con Movetia in modo equo, così da poter soddisfare, anche solo parzialmente, più richieste possibili.
Le richieste che rispondono ai criteri di eleggibilità ma che al momento non potranno essere finanziate verranno inserite in una lista di attesa, in modo da poter assegnare eventuali borse residue. Inoltre è possibile fare richiesta di borse supplementari a Movetia nel mese di febbraio dell’anno successivo (rapporto intermedio del periodo finanziabile).

Tutte le richieste che arriveranno al di fuori del termine di candidatura verranno inserite in una lista di attesa secondo il principio di mobilità già effettuate e di ordine di ricezione.
A metà del periodo finanziabile sarà possibile fare un’eventuale richiesta aggiuntiva di borse presso Movetia (rapporto intermedio). Il collaboratore deve prendere contatto con il coordinatore mobilità  compilare il formulario di candidatura e restituirlo al coordinatore.

Finanziamento

La borsa SEMP prevede:

  • CHF170 al giorno fino a 14 giorni di mobilità, dal 15° il forfait giornaliero passa a CHF 80: vengono conteggiati i giorni di attività e al massimo 2 giorni per il viaggio (viaggio di andata e viaggio di ritorno)
  • Massimo CHF 600 per i costi di viaggio – costi reali a fronte della consegna dei giustificativi (documenti di viaggio, biglietti treno, etc). Per i criteri di rimborso, si prega di consultare le linee guida.

    Se la mobilità si svolge a cavallo tra due settimane, il weekend non viene finanziato. Vengono inoltre finanziati solamente i costi di un viaggio di andata e di ritorno.
    La borsa viene versata una volta svolta la mobilità e consegnata tutta la documentazione: i costi vengono quindi anticipati da collaboratore.

Documentazione

Una volta confermata la borsa di mobilità, prima della partenza andrà verificato che l’accordo tra SUPSI e l’istituzione partner sia attivo. Qualora non vi fossero accordi con l’istituzione, andrà verificata la possibilità di stipulare un accordo SEMP. Tutti questi aspetti vanno verificati con il coordinatore mobilità.
Il collaboratore, prima della partenza, deve consegnare al coordinatore:

  • Lettera / email di invito da parte dell'istituto partner
  • Programma della mobilità (mobility agreement) completa in tutte le sue parti e firmata dal proprio superiore che avvalla la mobilità. Qualora ci fosse anche un documento ufficiale perché le ore di insegnamento si inseriscono all’interno di un’attività particolare, dovrebbe venir allegato alla documentazione


Al rientro, il collaboratore completa il dossier con:

  • Conferma di soggiorno firmato e timbrato dall’università partner (originale) (certificate of attendance)
  •  Rapporto finale completato dal collaboratore e firmato in originale
  •  Formulario rimborso spese viaggio SEMP
  •  Biglietti e Giustificativi originali delle spese di viaggio
  •  Giustificativi albergo

Senza i giustificativi di viaggio non verranno rimborsate le spese di viaggio.

Una volta consegnata tutta la documentazione, l’International Office invierà l’accordo per il contributo finanziario direttamente al collaboratore per procedere poi con il versamento della borsa.

Testimonianza

L’International Office si occupa inoltre di raccogliere alcune testimonianze e condividerle all’interno di SUPSI attraverso il proprio sito (interviste e statement) e click-in.

st.wwwsupsi@supsi.ch