Eventi e comunicazioni
La Svizzera ed il programma europeo Erasmus – una storia movimentata
13 marzo 2017
Manno
Erasmus compie 30 anni: dal ‘92 anche la Svizzera partecipa con diverse modalità al programma che permette agli studenti di muoversi in Europa per studio e stage e che da 20 anni da la possibilità anche a docenti e staff di insegnare o seguire una formazione in un’università partner. Quante persone si sono mosse da/per il nostro Paese? E in SUPSI?
Per il giubileo dei 30 anni del programma di mobilità Erasmus, la nuova agenzia Movetia ha riassunto le modalità con cui attualmente la Svizzera permette la mobilità di studenti, docenti e staff in Europa da e per la Svizzera. Operativa dal 1° gennaio 2017, essa è attiva nei progetti di scambio o di mobilità per studenti durante la propria formazione così come nei vari programmi di sostegno già esistenti tra Confederazione e Cantoni finora gestiti dalla Fondazione ch, come gli scambi per i giovani durante le vacanze, i programmi di assistenza linguistica per docenti o la soluzione transitoria svizzera Erasmus+.
Attraverso una panoramica dal 1992 ad oggi emerge come la mobilità dalla Svizzera sia globalmente aumentata nel corso dei 25 anni in cui il nostro Paese ha sostenuto e partecipato, in forme diverse, al programma Erasmus. Situazione un pochino più altalenante per coloro che hanno svolto un periodo di studio, stage, insegnamento o formazione nel nostro Paese, con diverse differenze nel tipo di mobilità.
A partire dal 2014/2015, anno in cui è stata introdotta la soluzione transitoria Swiss-European Mobility Programme (SEMP), SUPSI ha ospitato quasi 70 studenti che hanno svolto studio o stage (SMS e SMT) e 35 professori e amministrativi provenienti da diverse Università europee che in SUPSI hanno tenuto lezioni (STA) oppure hanno osservato il nostro lavoro ed appreso nuove nozioni (STT).

Quasi 100 le mobilità di studenti SUPSI hanno invece svolto un periodo all'estero svolgendo uno stage (73) o seguendo dei corsi in un' università europea partner (27). 70 sono infine le mobilità di  docenti, ricercatori e staff, che hanno svolto un periodo di mobilità arricchendo le loro competenze professionali e portando un po' di SUPSI all'estero. Qui di seguito una panoramica dal 2014: i dati 2016/2017 sono ancora provvisori in quanto il periodo di mobilità terminerà a fine settembre 2017.

Image
Image
st.wwwsupsi@supsi.ch