Informazioni burocratiche
Informazioni burocratiche
Alcune informazioni burocratiche utili concernente passaporti e visti, permesso di residenza e ricongiungimento famigliare

Passaporti e Visti

Per entrare in Svizzera, i cittadini stranieri necessitano di un documento di viaggio valevole e riconosciuto dalla Svizzera. In determinati casi è inoltre necessario un visto.
Le condizioni d’entrata in Svizzera variano in funzione dello scopo (p. es. turismo, visita, attività lucrativa, ricongiungimento familiare o studio) e della durata, breve o lunga, del soggiorno.
La Segreteria di Stato della migrazione raccomanda di chiarire tali condizioni prima del viaggio.
Per informazioni riguardanti i visti, residenza e permessi di lavoro, si prega di contattare il Consolato generale svizzero nel proprio paese di residenza o consultare la seguente pagina dell'Ufficio federale per la migrazione: www.sem.admin.ch/sem/it/home.html

Soggiorno e permesso di residenza

Chiunque si sofferma in Svizzera per oltre tre mesi o esercita un’attività lucrativa durante il suo soggiorno, necessita di un permesso rilasciato dalle autorità cantonali competenti in materia di stranieri. Si distingue tra permesso di breve durata (meno di un anno), permesso di dimora (di durata limitata) e permesso di domicilio (di durata indeterminata).

Per soggiornare in Svizzera, i collaboratori e gli studenti di nazionalità straniera, devono richiedere un permesso di dimora/residenza e registrarsi presso il Controllo abitanti comunale.
Tutti gli studenti stranieri sono tenuti ad annunciarsi all’ufficio regionale degli stranieri della città nella quale essi desiderano vivere, richiedendo il permesso di residenza
a seconda della tipologia di soggiorno.

Per maggiori informazioni si prega di consultare il sito www.ti.ch/popolazione

Gli studenti che, invece, vivono in Italia e che intendono tornare a casa quotidianamente, non devono più richiedere un’attestazione per stranieri residenti all’estero con rientro giornaliero.

Il permesso di studio non dà diritto a svolgere un’attività lucrativa. Chi assolve una formazione o un perfezionamento presso un’Università o una Scuola universitaria professionale in Svizzera, può essere autorizzato ad esercitare un’attività accessoria se la Direzione della scuola attesta che, tale attività, è compatibile con il programma d’insegnamento e non prolunga gli studi. L’attività che si desidera svolgere deve essere, inoltre, conforme alle direttive federali e cantonali, tenendo conto delle specificità del permesso già ottenuto.

Per gli studenti provenienti da Paesi terzi (extra-UE/AELS), il Servizio gestione studenti della SUPSI in collaborazione con l’International Office della SUPSI, offre supporto ed assistenza nella procedura per l’ottenimento dei permessi di soggiorno a fini di formazione, in coerenza con le disposizioni federali in materia d’immigrazione.

http://www.supsi.ch/home/bachelor-diploma-master/informazioni-generali/visti-permessi-soggiorno.html

Ricongiungimento familiare

Gli stranieri che risiedono in Svizzera possono chiedere il ricongiungimento familiare per il coniuge e i figli minori di 18 anni non coniugati, se sono soddisfatte determinate condizioni (ad es.: disporre di un alloggio confacente, di un reddito sufficiente, ecc.).
Per maggiori informazioni si invita a contattare:

Ufficio della migrazione
Via Lugano 4 / CP2170
6501 Bellinzona
tel. +41 91 814 55 00
di-sp.migrazione@ti.ch
http://www4.ti.ch/di/spop/sezione/
 

st.wwwsupsi@supsi.ch