Mobilità in cifre
Mobilità in cifre
SUPSI promuove la mobilità per permettere ai giovani di oggi, a docenti e collaboratori di rimanere competitivi e soddisfare le esigenze sempre più diversificate dei vari contesti professionali e costituisce uno strumento fondamentale per acquisire competenze sia dal punto di vista accademico che da quello personale.

 Nel 2017 sono state svolte 208 mobilità da parte di studenti, docenti e collaboratori SUPSI che hanno passato un periodo al di fuori del Ticino, in altri cantoni svizzeri e all’estero, presso università e istituzioni partner.
169 le mobilità degli studenti che hanno svolto un periodo all’estero. Attraverso il programma SEMP (Swiss-European Mobility Programme) sono partiti oltre 50 studenti, che hanno passato un semestre presso un’università europea partner oppure presso un’istituzione svolgendo un periodo di stage. Le mete più ambite sono state la Spagna, l’Italia e la Germania. Oltre 10 i giovani che hanno svolto il loro periodo di pratica professionale in Svizzera tedesca.

27 studenti dell’area sanità e lavoro sociale hanno partecipato ad un progetto di cooperazione internazionale svolgendo uno stage presso ONG e strutture locali in Sudamerica, Africa, Filippine ed India.
I workshop in Etiopia, Cina e presso un partner in USA organizzati dal Dipartimento ambiente costruzioni e design hanno coinvolto 25 giovani che hanno svolto attività di studio teorico e pratico per una media di 2 settimane.
17 gli studenti SUPSI che hanno partecipato al Modulo Cina offerto all’interno del Master of Science in Engineering.
Oltre 20 invece gli studenti che hanno svolto, principalmente in Europa, uno degli stage richiesti dal piano di studi in conservazione e restauro e area sanità.

Lo Swiss-European Mobility Programme è stato il programma maggiormente usato dai collaboratori SUPSI per svolgere un periodo di formazione o di insegnamento al di fuori della nostra istituzione. Anche in questo caso tra le 26 mobilità svolte Spagna, Italia e Germania sono i paesi di destinazione più richiesti. Oltre 10 i collaboratori che hanno inoltre svolto una mobilità al di fuori dell’Europa partecipando a viaggi istituzionali e workshop.

Image

Nell'ambito di diversi progetti legati alla mobilità e all'internazionalità, la SUPSI ha accolto attraverso programmi di mobilità e accordi oltre 60 persone, tra studenti, docenti e collaboratori, molte delle quali provenienti da università e partner europei.
18 i giovani, principalmente dall’Italia e Spagna, hanno svolto un semestre di studio o stage presso SUPSI attraverso il programma SEMP. Sempre tramite SEMP abbiamo ospitato 16 collaboratori provenienti da istituzione europee per insegnamento e formazione.

Il Master of Arts in Interior-Architectural Design ha permesso di ospitare 12 studenti provenienti da università tedesche, turche ed indiane.
Anche quest’anno, grazie alla Fondazione Reteca, abbiamo potuto ospitare 4 giovani ingegneri provenienti dal Sudamerica; nell’ambito di elaborazione di progetti di tesi, abbiamo ospitato oltre 10 studenti dall’Europa e dalla Cina.  

st.wwwsupsi@supsi.ch