20 anni di Ingegneria elettronica nella Svizzera italiana
Giovedì 17 ottobre 2013, presso l’Aula Magna della sede SUPSI di Trevano-Canobbio, sono stati celebrati i primi 20 anni di Ingegneria elettronica nella Svizzera italiana. L’appuntamento ha permesso di ricordare l’evoluzione della formazione in Ingegneria elettronica e riflettere sul futuro di questa professione.
Il raggiungimento di questo importante traguardo per la formazione professionale e per il trasferimento di conoscenze verso il territorio ticinese è stato possibile grazie all’intuizione e alla tenacia di un gruppo di lavoro dell’allora Dipartimento della pubblica educazione e di alcuni personalità chiave della Scuola tecnica superiore (STS) che ne hanno permesso la concretizzazione.
 
L’evento del 17 ottobre 2013, moderato dall'allora Direttore del Dipartimento tecnologie innovative Giambattista Ravano, ha potuto contare sulla presenza di relatori illustri quali il Consigliere di Stato Manuele Bertoli, il Direttore SUPSI Franco Gervasoni, il già Consigliere di Stato e Consigliere nazionale Fulvio Caccia, il Direttore della Divisione della formazione professionale Paolo Colombo, il rappresentante di Economiesuisse Maurice Campagna, il Segretario di Stato per l’educazione, la ricerca e l’innovazione Mauro Dell’Ambrogio, il già membro del Consiglio SUPSI Monica Duca Widmer, il Direttore AITI Stefano Modenini, il già Direttore STS Giancarlo Ré, l'allora Presidente della Commissione della scienza dell’educazione e della cultura del Consiglio nazionale Christian Wasserfallen e l’allora Direttore dell’Istituto sistemi e elettronica applicata Ivano Beltrami. 
 
Durante la giornata, che ha accolto più di cento invitati, i ricercatori del Dipartimento tecnologie innovative hanno presentato alcuni progetti di ricerca a testimonianza dell’eccellenza dei lavori effettuati presso la SUPSI. 
 
Per l’occasione è stata realizzata una pubblicazione contenente eccellenti testimonianze sui risultati dell’applicazione di questi principi e dell’ampiezza degli ambiti in cui l’elettronica contribuisce in misura sostanziale alla risoluzione di problemi concreti e attuali. 
Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch