Architettura e terremoti
24 maggio 2012
Canobbio, Dipartimento ambiente costruzioni e design, Aula Magna – ore 14.00
SUPSI e il Gruppo Professionale Ingegneria civile (GPI) della Società Svizzera Ingegneri e Architetti (SIA) sono lieti di invitare tutti gli interessati a una conferenza dedicata al pericolo naturale numero uno in Svizzera: il terremoto.

Il pomeriggio di studio è destinato principalmente agli architetti e ingegneri attivi in Ticino, ai quali si forniranno degli elementi base per conoscere il pericolo naturale numero uno in Svizzera e progettare le opere nuove con una "predisposizione" antisismica.
Inoltre, si affronterà il tema della valutazione del rischio sismico delle opere esistenti costruite senza normative antisismiche e delle opere storiche come vecchi campanili ed edifici in pietra, che costituiscono una importante percentuale del nostro patrimonio costruito. Un patrimonio che va difeso da un punto di vista culturale ma, soprattutto, per limitare i potenziali effetti catastrofici di un sisma.

Interventi e relatori

  • Saluto e introduzione
    Ezio Cadoni, SUPSI
     
  • Il terremoto: effetti e pericolosità sismica in Europa e in Ticino
    Silvio Seno, SUPSI e Università di Pavia
     
  • Architettura e progetto antisismico: comportamento sismico delle strutture, aspetti progettuali, costruttivi e normativi
    Alessandro Dazio, Eucentre
     
  • Manufatti ed edifici storici. Vulnerabilità e possibili interventi di mitigazione
    Guido Magenes, Università di Pavia

Le domande del pubblico chiuderanno il pomeriggio di studio.

Segue aperitivo.

Iscrizione

Entro il 18 maggio 2012

via e-mail: info@sia-ticino.ch
oppure telefonicamente: T +41 (0)91 825 55 56

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch