Pericoli naturali
Con l’aumentare del grado di interconnessione degli spazi vitali, la crescita economica e il conseguente sviluppo del sistema produttivo e antropico, sempre un maggior numero di beni e persone si trovano esposti ai pericoli naturali o di origine antropica: ciò comporta una sempre maggior attenzione rivolta ad un’analisi dei beni da proteggere e alle risorse da impegnare per questa protezione.

RiskLAB

È stato così proposto un cambio di filosofia: da “difendersi dal pericolo” a “diventare consapevoli del rischio”.

Spesso, infatti, il progettista, pur se dotato di un vasto bagaglio tecnico, manca di una piena consapevolezza della complessità degli scenari ambientali nei quali andrà ad operare, e nei quali le opere previste si andranno a situare. Analogamente sempre più spesso l’economista si trova ad affrontare tematiche multidisciplinari e ad analizzare sistemi complessi. Il corso si pone dunque l’obiettivo di fornire strumenti metodologici adeguati ad affrontare il problema della valutazione del rischio presentando metodologie formali e proponendo esempi pratici adeguati.

Negli ultimi anni le catastrofi naturali si sono manifestate con una violenza senza precedenti e con una frequenza sempre maggiore. I danni registrati sono stati superiori rispetto a quelli registrati in passato, anche a seguito del sempre maggior sfruttamento del territorio. In ambito globale, la sfida futura che il mondo scientifico è chiamato ad affrontare è pertanto quella di riuscire a garantire la sicurezza della popolazione in maniera efficace ed efficiente, rispettando precisi vincoli di budget.

In tale contesto è decisiva una gestione integrale, che consideri il ciclo del rischio a partire dalle iniziali misure precauzionali sino alle misure di intervento e ripristino, passando per una accurata implementazione delle misure di pianificazione e di organizzazione delle difese. Una cultura del rischio moderna è tuttavia condizione necessaria per assicurare il successo: non basta più considerare i pericoli naturali separatamente e puntare tutto sul loro controllo, diviene infatti necessaria una analisi, valutazione e gestione dei pericoli considerati come parte di un sistema globale.

Il Settore gestione Rischio contribuisce pertanto alla ricerca e allo sviluppo di servizi in relazione ai pericoli naturali. In particolare, il Settore lavora su progetti interdisciplinari che abbiano come scopo un’ottimale riduzione dei rischi e contribuisce al miglioramento dei metodi e dei mezzi per la gestione integrale del rischio come base per uno sviluppo sostenibile.

Vengono trattate le tematiche concernenti l’analisi dei processi, la valutazione del pericolo, la vulnerabilità dei sistemi tecnici, ecologici, economici e politici, la valutazione del rischio, la gestione integrale del rischio come anche misure di prevenzione e protezione.

È promossa e favorita inoltre un’attività interdisciplinare che comprenda attività di insegnamento e corsi di formazione nel settore dei pericoli naturali.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch