Bioconvezione nel laghetto alpino di Cadagno - Un nuovo progetto di ricerca del Laboratorio microbiologia applicata SUPSI
09 ottobre 2018
SUPSI, Dipartimento ambiente costruzioni e design, Laboratorio microbiologia applicata, Bellinzona
Un nuovo progetto della durata di 4 anni finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero (SNF) partirà il 1. novembre 2018 al Laboratorio microbiologia applicata SUPSI di Bellinzona.
Nelle acque permanentemente stratificate del lago di Cadagno, in val Piora, vive una popolazione di batteri che grazie al loro movimento sincronizzato possono provocare il rimescolamento di grandi volumi d’acqua (fino ad 1m). Questo fenomeno è conosciuto con il nome di "bioconvezione" e fino ad oggi non era mai stato osservato in un ambiente naturale.

Il lago di Cadagno presenta durante tutto l’arco dell’anno una stratificazione permanente delle sue acque (meromissi), lo strato d’acqua superiore contenente ossigeno è posto sopra uno strato anossico molto ricco in sali disciolti e quindi più denso.

Una comunità di batteri sulfurei anaerobici si sviluppa all’interfaccia dei due strati comunemente chiamata chemoclino. La specie in grado di nuotare grazie a dei flagelli, Chromatium okenii, è in grado di mescolare considerevoli volumi d'acqua, non agitandola direttamente con i loro flagelli, ma raggruppandosi alla ricerca di luce in una zona ristretta in prossimità del fronte di diffusione dell’ossigeno. Così facendo la densità per volume aumenta e l’acqua inizia a scendere portando con sé i microorganismi.

L’obiettivo principale del progetto di ricerca è quello di studiare gli effetti del processo di bioconvezione sull’eco-fisiologia delle specie microbiche chiave in ambienti acquatici anaerobici. Alla fine di questo progetto si potranno porre le basi per la comprensione delle conseguenze della bioconvezione sull’intero ecosistema del lago di Cadagno ed usarle come modello per la descrizione di fenomeni simili anche in altri ambienti.

Ulteriori informazioni:
http://p3.snf.ch/project-179264

Image
Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch