Aree di ricerca
I progetti di ricerca sono centrati sull'identificazione e la tipizzazione di organismi isolati da ambienti diversi tramite metodi di microbiologia classica, quali l’isolamento, la messa in coltura e l’esecuzione di test per la messa in evidenza di alcune caratteristiche fenotipiche, di biologia molecolare, in particolare basati sulla PCR (la Polymerase Chain Reaction), e di proteomica, che consiste nell'identificazione e nella caratterizzazione delle proteine, si possono ottenere le "impronte digitali" dei microrganismi. Queste impronte digitali sono necessarie per identificare, cioè dare un nome, e/o tipizzare, cioè distinguere in modo univoco, un microrganismo ignoto o con particolari capacità metaboliche, per monitorare la presenza e l'eventuale quantità di un microrganismo in un determinato ambiente, per studiare una popolazione microbica e verificarne le eventuali fluttuazioni di struttura e composizione nel tempo.
L'applicazione della spettrometria di massa MALDI-TOF per l'identificazione e la tipizzazione dei microorganismi, che nel 2008 è stata introdotta in Ticino dall'allora Istituto Cantonale di Microbiologia come primo Istituto di diagnostica microbiologica in Svizzera, rappresenta una competenza specifica che pone il Laboratorio microbiologia ambientale come laboratorio di servizio per la SUPSI e per richiedenti esterni.

Le ricerche si focalizzano sulle identificazioni e le tipizzazioni fenotipiche e genotipiche di microorganismi patogeni per l'uomo, gli animali o i vegetali (ad esempio Candida spp., funghi dermatofiti, Clostridium difficileStaphylococcus aureus) e di microorganismi ambientali (quali Russula spp., Aeromonas spp., batteri simbionti di leguminose). I metodi di "fingerprinting" sono applicati in diversi campi quali la caratterizzazione dei microrganismi, l'epidemiologia e l'epidemiologia molecolare, il monitoraggio ambientale e lo studio delle dinamiche delle popolazioni microbiche naturali.

Sophie De Respinis e Antonella Demarta

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch